Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 16 luglio al 14 settembre sono sottoposti a inchiesta finale tredici nuovi progetti di norma. Entro la data di fine inchiesta è possibile scaricare online i documenti e inviare i propri commenti (>> vai al DB UNI: Inchiesta pubblica finale).

In tema di professioni non regolamentate, la Commissione Servizi propone un progetto che definisce i requisiti relativi alle figure professionali operanti nella pianificazione e nel controllo di gestione per le persone giuridiche, associazioni ed enti operanti nel settore bancario, finanziario ed assicurativo. Tali requisiti sono specificati in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (EQF).

Un progetto della Commissione Legno sugli imballaggi per contenuto maggiore di 300 kg specifica i requisiti, essenziali e facoltativi, relativi alle esigenze di stabilità e sicurezza, di mantenimento dell’integrità del contenuto e di fruibilità, in funzione della tipologia di impiego prevista dall’ipotesi progettuale (progetto U40006142 che sostituisce la norma UNI 9151-2 del 1998).

Riguarda i sistemi di stoccaggio statici di acciaio un progetto di interesse della Commissione Ingegneria strutturale: la futura norma stabilisce i requisiti tecnici validi per tutti i tipi di scaffalature Cantilever costituite da elementi di acciaio per lo stoccaggio di carichi e soggette a carichi principalmente statici. Fornisce anche indicazioni tecniche per la progettazione, l’installazione e l’utilizzo sicuro.

Dalla Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato viene la proposta di un progetto di norma che specifica un metodo di prova per valutare la potenziale reattività agli alcali di un aggregato, o di una combinazione di aggregati, su provini prismatici di calcestruzzo preparati con formulazione prefissata e un livello di alcali prefissato e stagionati in un ambiente che favorisce l’accelerazione di un’eventuale reazione alcali-silice.

La Commissione Commercio propone un progetto di norma che specifica un metodo per determinare la resistenza al sudore artificiale dei rivestimenti dei prodotti in lega di metalli preziosi e non preziosi, applicabile a tutti i prodotti di metallo ricoperti di metallo prezioso, non prezioso e film polimerici, utilizzati nel settore gioielleria e della bigiotteria.

Definisce lo yogurt e lo yogurt con aggiunta di altri ingredienti alimentari, la loro composizione e le loro caratteristiche al momento del consumo un progetto di interesse della Commissione Agroalimentare che va a sostituire la UNI 10358 del 1993.

L’ente federato CTI presenta quattro progetti: il primo fornisce, per il territorio italiano, i dati climatici convenzionali necessari per la progettazione delle prestazioni energetiche e termoigrometriche degli edifici, inclusi gli impianti tecnici per la climatizzazione estiva e invernale ad essi asserviti (sostituisce la norma UNI 10349:1994).
Il secondo progetto definisce le modalità di classificazione, i requisiti, le regole per l'offerta, l'ordinazione, la costruzione e il collaudo degli impianti per la produzione e l’utilizzo di gas da gassificazione di biomassa combustibile destinati alla produzione in sito di energia elettrica e/o termica.
Altri due documenti trattano le prestazioni energetiche degli edifici. Un progetto – che sostituisce la UNI/TS 11300-4:2012 – calcola il fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria nel caso vi siano sottosistemi di generazione che forniscono energia termica utile da energie rinnovabili o con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili (trattata nella UNI/TS 11300-2).
Un altro documento fornisce metodi di calcolo per determinare in modo univoco e riproducibile il fabbisogno di energia primaria degli edifici sulla base dell’energia consegnata ed esportata e la quota di energia da fonti rinnovabili.

A cura di UNIPLAST è un progetto di norma destinato a definire le caratteristiche e i requisiti dei contenitori termici rigidi realizzati in materiale polimerico espanso destinati al trasporto e allo stoccaggio di prodotti alimentari deperibili (caseari, surgelati e congelati, pasti per la ristorazione…), nonché i relativi metodi di prova.

Infine, due progetti di interesse CIG: il primo descrive in termini generali le modalità operative per le verifiche metrologiche periodiche e casuali dei contatori/dispositivi di conversione del volume. Il secondo fornisce le prescrizioni relative alla verifica del corretto funzionamento metrologico dei dispositivi di conversione, anche di tipo integrato con contatore di gas a membrana, che consentono la misura dei volumi di gas, la conversione dei volumi di gas alle condizioni termodinamiche di riferimento e la registrazione dei dati di misura.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.