Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Entrano nella fase di inchiesta pubblica preliminare (vd. banca dati online) sei progetti di norma nazionali e adozioni di norme ISO di interesse della Commissione Servizi. Tutti i progetti resteranno in inchiesta sino al 5 agosto 2015, data entro la quale è possibile inviare commenti.

Il primo U8300A190 “Servizi - Reputazione on-line - Termini e definizioni, tipologie dei servizi” definirà i principali termini relativi alla attività di consulenza sulla reputazione on-line e le tipologie di servizio offerto dai fornitori di servizi professionali. La futura norma può essere utilizzata per la definizione di contratti, specifiche di servizio, richieste di offerte, definizione di capitolati o bandi di gara.

Rappresentano l’adozione di tre norme ISO i progetti U8300A200, U8300A210 e U8300A220 in tema di asset management, che intendono portare un miglioramento alle organizzazioni nella gestione dei loro beni. Dal titolo generale “Gestione dei beni (asset management)”, nello specifico i progetti riguardano: “Panoramica, principi e terminologia” (adozione ISO 55000:2014), “Sistemi di gestione - Requisiti” (adozione ISO 55001:2014) e “Sistemi di gestione - ISO 55002: Linee guida per l’applicazione della ISO 55001” (Adozione ISO ISO 55002:2014). Sono applicabili a tutti i tipi di beni e a tutti i tipi di organizzazione.

Altri due progetti riguardano le attività professionali non regolamentate: essi vanno a definire, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità all’European Qualifications Framework – EQF, le figure del consulente di direzione e dell’educatore finanziario nelle attività di consulenza.

Il progetto U8300A230 “Attività professionali non regolamentate - Consulente di direzione (consulente di management) - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” è in via di elaborazione da parte del GL “Servizi di consulenza e supporto gestionale alle imprese e organizzazioni”. Si prefigge lo scopo di definire i requisiti generali che un professionista deve possedere per essere definito “consulente di management” e si riferisce a: consulenza strategica, consulenza per il cambiamento organizzativo, consulenza di innovazione e sviluppo.

Recentemente si sente la necessità di un educatore finanziario che aiuti le persone e le famiglie a orientarsi nella vita e a fare scelte finanziarie consapevoli e mirate. Il GL “Pianificazione, educazione e welfare finanziario assicurativo previdenziale” ha messo a punto il progetto U8300A240 “Attività professionali non regolamentate - Educatore finanziario nelle attività di consulenza oggettiva o generica (one to one) - Definizione dei requisiti di conoscenza, abilità e competenza”. Esso intende definire i requisiti relativi alla figura professionale dell’educatore finanziario, persona fisica, per l’attività di consulenza oggettiva o generica. Detti requisiti sono definiti, a partire dai compiti e attività specifiche previste dalle buone pratiche del servizio di educazione finanziaria (come la UNI 11402) e sono identificati, in conformità all’EQF.

Entrambi i progetti intendono definire e qualificare le attività professionali in oggetto per fornire garanzie al mercato e aumentare il riconoscimento dei singoli professionisti.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.