Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

green worldPubblicata da CEN e CENELEC, la serie di norme EN 16247 stabilisce i requisiti e fornisce indicazioni per effettuare audit energetici. Il pacchetto intende aiutare le aziende di tutta Europa a rispettare i requisiti fissati dalla direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che stabilisce una serie di misure per ridurre i consumi energetici sul territorio UE e garantire un uso più efficiente dell’energia in tutte le fasi della catena energetica.

Secondo la direttiva (articolo 8), ogni Stato membro deve garantire che le grandi imprese con più di 250 dipendenti “siano soggette a un audit energetico svolto in maniera indipendente ed efficiente in termini di costi da esperti qualificati e/o accreditati o eseguito e sorvegliato da autorità indipendenti conformemente alla legislazione nazionale entro il 5 dicembre 2015 e almeno ogni quattro anni dalla data del precedente audit energetico”.
Gli Stati membri devono altresì elaborare programmi per incoraggiare le piccole e medie imprese (PMI) a sottoporsi ad audit energetici e attuare le loro raccomandazioni.

Le norme europee della serie EN 16247 sono state elaborate da un gruppo di lavoro congiunto CEN e CENELEC (CEN/CLC JWG 1 “Energy Audits”) nel quale hanno lavorato esperti provenienti da imprese e industria, autorità pubbliche e altri stakeholders, in conformità al Mandato M/479 della Commissione europea.

La prima della serie, la UNI CEI EN 16247-1, definisce i requisiti generali comuni a tutte le diagnosi energetiche. I requisiti per specifiche diagnosi energetiche relative a edifici, processi industriali e trasporti sono definiti dalle UNI CEI EN 16247-2, UNI CEI EN 16247-3 e UNI CEI EN 16247-4. Ultima norma della serie, la UNI CEI EN 16247-5 riguarda le competenze dell’auditor energetico: essa può essere utilizzata per definire schemi nazionali di qualificazione della figura dell’auditor energetico, per permettere alle imprese di nominare un auditor energetico competente, per assicurare - applicandola insieme alle altre parti della serie - un processo di diagnosi energetica di buona qualità.

Le aziende possono ridurre il loro consumo di energia e soddisfare i requisiti della direttiva 2012/27/UE anche mediante l’attuazione di un Sistema di gestione dell’energia (secondo la norma UNI CEI EN ISO 50001) o di un Sistema di gestione ambientale (in linea con la UNI EN ISO 14001).

“Ora che la direttiva europea sull’efficienza energetica richiede che le grandi imprese si sottopongano ad audit energetici, la serie EN 16247 sarà di grande utilità nel fornire un chiaro quadro per l’attuazione di questi controlli” spiega Martin Fry, presidente Joint Working Group "Energy Audits".

Bernard Gindroz, presidente del CEN-CENELEC Sector Forum Energy Management, aggiunge: “Il piano strategico ‘Energy Union Package’ pubblicato dalla Commissione europea nel febbraio 2015 ha rafforzato il ruolo dell’efficienza energetica nel raggiungimento degli ambiziosi obiettivi climatici ed energetici dell’UE. Conquistare gli obiettivi concordati sarà una sfida importante per le imprese, i consumatori, le autorità pubbliche. La normazione contribuisce al raggiungimento di questi obiettivi promuovendo le migliori pratiche e sostenendo l’introduzione di nuove tecnologie, fornendo gli strumenti necessari per conformarsi alla legislazione in materia, sviluppare politiche valide e migliorare l’efficienza energetica”.

 


 

Per ulteriori informazioni sulle attività di normazione europea nel settore dell’Energy management >> clicca qui.

La direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 315 del 14 novembre 2013.

Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata all’Energia sul sito della Commissione Europea.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.