Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Uno dei punti all'ordine del giorno dell'ultima recente riunione del Comitato UNI di indirizzo strategico per le Costruzioni, presieduto dal vicepresidente UNI Sergio Fabio Brivio, è stato la sicurezza antincendio. Sicuramente uno dei temi più pregnanti del settore, l'antincendio vive da sempre in equilibrio tra un quadro regolamentare cogente e un corpus normativo volontario.
intervista dattilo giu2015Abbiamo intervistato Fabio Dattilo, della Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica del Ministero dell'Interno, Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, nonché presidente delle Commissioni UNI "Comportamento all'incendio" e "Protezione attiva contro gli incendi".

"Da sempre la filiera delle costruzioni e la prevenzione antincendio sono tutt'uno", dichiara Dattilo. "Ora il Comitato Costruzioni è particolarmente interessato a conoscere le novità che il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco mette in campo attraverso l'adozione del nuovo codice di prevenzione incendi".
In genere le norme di prevenzione incendi operano su due versanti: da un lato ridurre le probabilità dell'insorgere dell'incendio stesso, dall'altro limitarne le conseguenze.

Il nuovo codice si pone un obiettivo di semplificazione, mirando a un testo unico (al posto di innumerevoli regole tecniche), adottando regole meno prescrittive e più prestazionali e flessibili, prevedendo la possibilità di scegliere tra diverse soluzioni.
"Il nuovo codice", prosegue Dattilo, "si propone di fornire risposte più flessibili e adeguate al contesto, in un certo senso intende quindi fornire l'abito su misura per le varie attività".
Questo prevede anche, in certa misura, un nuovo approccio metodologico più aderente al progresso tecnologico.
In questo contesto le norme tecniche conservano e anzi rafforzano la loro funzione.
"Attraverso una duplice azione, cogente e volontaria, si possono efficacemente contemperare le esigenze del codice e la natura volontaria delle norme tecniche".

La sfida dunque è lanciata: "scrivere norme UNI che siano complementari con i principi fondamentali contenuti nel codice".
Si tratta dunque di sviluppare le nozioni contenute nel nuovo codice di prevenzione incendi.
L'obiettivo più generale?
"Rendere le norme UNI uno strumento vero per la sicurezza e non solo uno strumento regolazione di mercato".

L'intervista a Fabio Dattilo è disponibile sul canale UNI di YouTube.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.