Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Lunedì 11 maggio inizierà la fase di inchiesta pubblica preliminare per 23 nuovi progetti di norma. Da tale data, sino al 26 maggio, le schede dei progetti saranno a disposizione sulla banca dati online, aperte ai vostri commenti.

Uno di questi progetti è di interesse del CIG (Comitato Italiano Gas) e riguarda i requisiti – in termini di conoscenza, abilità e competenza – relativi alle figure professionali operanti su apparecchi per cottura domestica che riparano, sottopongono a prova o verifica, regolano e controllano, rimuovono, sostituiscono, mettono in servizio, collegano e manutengono gli apparecchi a gas e loro componenti.

Di competenza CTI (Comitato Termotecnico Italiano) è invece un progetto che descrive il metodo del termoflussimetro per la misurazione delle proprietà di trasmissione termica delle componenti piane degli edifici costituite principalmente da strati opachi perpendicolari al flusso di calore e non sottoposti a flussi di calore laterali.

La Commissione Attività professionali non regolamentate intende sviluppare una norma sui requisiti per i professionisti dell’ambito psicofisico e delle tecniche del massaggio, in termini di conoscenza, abilità e competenza, in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

Rappresentano adozioni di norme ISO tre progetti di interesse della Commissione Acustica e vibrazioni, che vedono come co-autore la Commissione Manutenzione. Due di essi riguardano la valutazione delle vibrazioni meccaniche di macchine alternative con potenza maggiore di 100 kW e di sistemi di compressione alternativi. Il terzo documento fornisce le procedure per attuare il monitoraggio e la diagnostica dello stato delle macchine, basato su dati e metodi che intendono facilitare il lavoro di analisi svolto da personale specializzato.

La Commissione Carta intende adottare la norma internazionale ISO 3260:2015 che specifica un metodo per la determinazione del grado di delignificazione delle paste mediante misurazione del consumo di cloro; il metodo è applicabile a tutti i tipi di paste.

In tema di audit in incognito (mystery audit), la Commissione Gestione per la qualità e metodi statistici invia all’inchiesta preliminare due progetti che revisionano la UNI/TS 11312:2008. Il primo definisce sia le linee guida per la progettazione, la gestione e la conduzione di audit effettuati con modalità "in incognito", sia i criteri da adottare affinché tale audit sia efficace e rappresentativo. Il secondo progetto specifica invece i requisiti di conoscenza, abilità e competenza per gli auditor in incognito (mystery auditor).

Ancora in tema di attività professionali non regolamentate, un progetto della Commissione Ergonomia intende definire i requisiti – sempre in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità all’EQF – della figura professionale dell’ergonomo.

Un progetto di norma della Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione descrive il pretrattamento e la misura mediante spettrometria gamma ad alta risoluzione relativa a campioni alimentari, ambientali e assimilabili.

Quanta energia consuma una macchina da caffè ad uso commerciale? La Commissione Agroalimentare propone un documento che stabilisce sia le metodologie di misura dell’energia consumata dai distributori di bevande calde, sia i criteri di suddivisione delle prestazioni dei distributori di bevande calde secondo le relative caratteristiche.

In tema di attrezzature per lo sport, il GL "Attrezzature e servizi per gli spettatori" propone la messa a punto di un TR che spieghi alcuni punti della UNI EN 13200-4 sulle caratteristiche di prodotto delle sedute, mentre il GL "Coperture per piscine" presenta un progetto per definire i requisiti di sicurezza, la riduzione dei consumi e degli sprechi energetici e il contenimento dell’inquinamento ambientale di tali coperture. I due GL fanno parte della Commissione tecnica Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi.

La Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio propone due progetti sulle piastrellature ceramiche a pavimento e a parete. La Parte 1, oltre a definirne qualità e prestazioni, fornisce regole e istruzioni per scelta dei materiali, la progettazione, l'installazione e la manutenzione. La Parte 2 definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza per la figura professionale del posatore di piastrellature ceramiche.

L’OT Macchine utensili propone l’adozione di sei norme ISO. Di interesse del GL "Prove e collaudi delle macchine utensili" un progetto che specifica alcune prove cinematiche per i torni a comando numerico e i centri di tornitura. Gli altri cinque definiscono i requisiti per chiavi e bussole a mano, bussole a macchina, bussole con quadro di trascinamento a mano, a macchina “impact” e “non-impact”.

Infine, la Commissione Commercio propone un progetto che specifica un metodo per determinare la resistenza al sudore artificiale dei rivestimenti dei prodotti in lega di metalli preziosi e non preziosi. Si applica a tutti i prodotti di metallo ricoperti di metallo prezioso, non prezioso e film polimerici utilizzati nell’industria della gioielleria e della bigiotteria.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.