Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 3 aprile sono sottoposti a inchiesta finale 14 progetti di norma: entro la data di fine inchiesta è possibile inviare i propri commenti (>> vai al DB UNI: inchiesta pubblica finale).

Terminano l’inchiesta finale in data 22 aprile due progetti di norma.

Il progetto U8300A050, futuro rapporto tecnico in tema di consulenza di management di interesse della Commissione Servizi, definisce le linee guida in merito a due aspetti essenziali: la consulenza per una PMI (inclusa la micro impresa) che intenda adottare un sistema di controllo di gestione; le indicazioni operative per la scelta del servizio di consulenza in materia di controllo di gestione e la semplificazione della decisione di acquisto e il monitoraggio dell’attività di consulenza.

Di competenza UNIPLAST, il progetto E1308E290 – anch’esso futuro TR – fornisce dei criteri guida per determinare il pretensionamento dei bulloni e per la preparazione della procedura del loro serraggio ai fini della giunzione meccanica delle tubazioni di polietilene mediante flangiatura. Può essere utilizzato nella progettazione degli impianti di polietilene destinati al trasporto di fluidi, liquidi e gassosi, in pressione, nei quali si intende installare giunti meccanici realizzati per mezzo del sistema adattatore per flangia/flange e flangia libera o similari.

Tutti i progetti sottoelencati termineranno invece la fase di inchiesta pubblica lunedì 1 giugno 2015.

 In tema di attività professionali non regolamentate, il documento U08000080 definisce i requisiti relativi alle attività professionali del traduttore e dell’interprete, ossia quei professionisti che consentono la comunicazione tra diverse realtà linguistiche e culturali. Il progetto stabilisce la qualifica, le conoscenze, le abilità e le competenze in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF).

Due i progetti di interesse della Commissione Legno. Il primo U40006170 – che si applica alle superfici di manufatti di legno e dei mobili – specifica due metodi per valutare l'effetto di variazioni repentine di temperatura al fine di osservare le eventuali alterazioni della superficie sottoposta a prova e le interazioni tra accoppiamenti fra due o più materiali.
Il secondo progetto U40006230 – che sostituisce la UNI 9300:1988 + A276:1989 – stabilisce invece un metodo per valutare la tendenza delle superfici a ritenere lo sporco. Si applica a manufatti di legno e a mobili con superfici chiare, in quanto più soggette, nella pratica, a essere sporcate per effetto del contatto con polvere o con materiali di colore scuro.

"Condizionamento alimentare - Requisiti degli imballaggi primari di PET destinati a contenere le bevande" è il titolo del progetto U59528800 della Commissione Agroalimentare che sostituisce la UNI 11127 del 2004. Scopo della norma è definire i parametri di valutazione degli imballaggi primari di PET monouso intesi come bottiglie ottenute con polimero vergine, con polimero riciclato (R-PET) o con miscela dei due. Si applica alle acque minerali naturali, alle bevande addizionate e non di anidride carbonica, ai succhi e ai nettari di frutta, al latte e alle bevande a base di latte.

La Commissione Protezione dei materiali metallici contro la corrosione invia alla fase finale il progetto U68002720 che definisce i requisiti qualitativi minimi delle griglie di supporto pentole e dei cappellotti spartifiamma di acciaio o ghisa rivestiti in smalto porcellanato eseguiti in tonalità scure e ne stabilisce i relativi metodi di prova. Il progetto va a sostituire la UNI 10822:1999.

Descrive i requisiti relativi all’attività professionale del tecnico manutentore degli estintori d’incendio portatili e carrellati il documento U70001742 di competenza della Commissione Protezione attiva contro gli incendi. Il progetto detta i requisiti di conoscenza, abilità e competenza – in conformità all’EQF - di questa figura professionale che svolge le attività di manutenzione di estintori d’incendio portatili e carrellati previste dalla norma UNI 9994-1.

E ancora: interessa la Commissione Servizi il progetto U8300A060 "Servizi di formazione per l’educazione e la formazione non formali - Guida all’applicazione della UNI ISO 29990". Esso specifica ai fornitori del servizio di formazione (LSP) e ai loro clienti i requisiti di base di un modello generale per la qualità e le prestazioni delle attività professionali e un riferimento comune nella progettazione, sviluppo e erogazione dell’istruzione, dell’addestramento e dello sviluppo non formale.

Tre i progetti di competenza della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio. Il primo U87016970 (sostituisce UNI 11173:2005) fornisce i criteri per la scelta, in fase progettuale, di serramenti esterni (finestre, portefinestre, finestre su tetto, porte esterne pedonali) e facciate continue in relazione alle caratteristiche prestazionali di permeabilità all'aria, tenuta all'acqua e resistenza al carico del vento in funzione del contesto ambientale e della morfologia dell’edificio.
Il progetto U87007320 descrive il metodo di prova per determinare i valori delle perdite di carico concentrate, relativamente alle raccorderie utilizzate per le giunzioni di tubazioni destinate alla realizzazione di impianti convoglianti acqua sanitaria.
Scopo del progetto U87007740 (sostituisce UNI 10818:1999) è quello di individuare le competenze e le responsabilità dei diversi operatori che intervengono nel processo di posa in opera, dalla progettazione alla verifica finale, di finestre, portefinestre, porte pedonali manuali e motorizzate esterne e interne e chiusure oscuranti di ogni tipo, di seguito denominati serramenti.

Gli ultimi tre progetti sono di interesse del CTI - Comitato Termotecnico Italiano. Riguarda la classificazione, le prescrizioni e i requisiti prestazionali per la progettazione e la fornitura di impianti aeraulici per la climatizzazione il progetto E0205A037, il cui scopo è la corretta individuazione dei requisiti ambientali e delle caratteristiche impiantistiche atti a consentire gli auspicati livelli di benessere delle persone e, al tempo stesso, di efficienza energetica del sistema edificio-impianto.
Il progetto E0201E811 fornisce, per il territorio italiano, i dati climatici convenzionali necessari per la verifica delle prestazioni energetiche e termoigrometriche degli edifici, inclusi gli impianti tecnici per la climatizzazione estiva e invernale a essi asserviti. Fornisce inoltre metodi di calcolo per ripartire l'irradianza solare oraria nella frazione diretta e diffusa e calcolare l'energia raggiante ricevuta da una superficie fissa comunque inclinata e orientata.
Il documento E0201E813 specifica infine metodi di calcolo e valori di riferimento per la determinazione di indici sintetici da utilizzarsi per la descrizione del clima di una località e per la classificazione climatica del territorio. Gli indici riportati possono essere anche utilizzati per una stima di massima del consumo energetico per la climatizzazione degli edifici.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.