Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Fase di inchiesta pubblica preliminare dal 3 al 18 aprile 2015 per il progetto U30001390 “Figura professionale dell’archivista - Concetti, principi e metodi in uso nella professione archivistica” di competenza della Commissione Documentazione e informazione.

Futuro rapporto tecnico, il documento fornisce indicazioni e approfondimenti per una corretta interpretazione della norma UNI 11536:2014 “Qualificazione delle professioni per il trattamento di dati e documenti - Figura professionale dell'archivista - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”, chiarendo termini, concetti ed espressioni attraverso l’uso di un linguaggio che possa essere recepito agevolmente dalla più ampia platea di lettori.

La norma UNI 11536 ha delineato chiaramente i contorni e gli ambiti d’azione della figura professionale dell’archivista. Nel processo di normazione che ha condotto alla pubblicazione è emersa la presenza sul mercato di diversi soggetti interessati a vario titolo alla norma, pur non essendo questi qualificati come archivisti né avendo competenze archivistiche. In particolare, si è riscontrato che tali condizioni determinano una certa difficoltà di lettura della norma che, progettata per un pubblico di specialisti, utilizza una terminologia e un frasario di dominio, che non risultano di immediata comprensione per un pubblico non specialistico.

Il progetto U30001390 integrerà dunque la norma tecnica, chiarendo termini, concetti ed espressioni.
La descrizione di questi aspetti gioverà a una corretta interpretazione della norma tecnica, favorirà l’ampliamente del pubblico di lettori della norma, agevolerà l’integrazione con altre fonti e strumenti afferenti ad altri domini (in virtù dell’utilizzo di un linguaggio non specialistico). Inoltre, una descrizione più dettagliata delle funzioni e attività archivistiche coadiuverà i processi di selezione del personale, che potranno fare riferimento esplicito a passi tratti da questo documento.

Il progetto assume un rilievo fondamentale anche nei confronti del generico utente, poiché mira a intitolare in maniera ancora più chiara le responsabilità in capo alla figura professionale dell’archivista, così che fra i benefici attesi può certo annoverarsi anche una maggiore trasparenza in merito all’attività dell’archivista e una descrizione più puntuale della sua accountability all’interno dei processi documentali che permeano le nostre società.

Infine, il documento potrebbe essere di supporto all’attività legislativa, perché una più puntuale qualificazione del profilo professionale dell’archivista non solo può integrare le disposizioni di legge o essere assunta dal legislatore per predisporre disposizioni più dettagliate in materia, ma può anche agevolare l’interpretazione della normativa vigente, in considerazione della coerenza della norma tecnica e del rapporto tecnico con il quadro normativo.

Sino al 18 aprile 2015 – data di fine inchiesta – è possibile inviare commenti utilizzando le apposite pagine online sul sito internet (>> vai alla banca dati).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.