Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L'attività del Gruppo di lavoro "Servizi di consulenza e supporto gestionale alle imprese o organizzazioni" ha una storia importante alle spalle.
Nato nel 1993,il GL UNI è stato il padre naturale delle norme sui servizi di consulenza non solo in ambito nazionale, ma anche europeo e ora internazionale.
Negli anni '90 non esistevano in Europa norme sulla consulenza di direzione. E' stato proprio UNI, attraverso questo gruppo di lavoro, a fare da capofila alla norma EN 16114, che si è giovata dei lavori per la UNI 11166 sulla scelta del consulente di direzione, attività di riconoscimento professionale interamente condotta a livello nazionale.

intervista camanniGiuseppe Camanni, coordinatore del Gruppo di lavoro, ha spiegato i punti salienti del programma di attività in corso.
"Il nostro obiettivo è quello di elaborare delle norme tecniche che rappresentino per le aziende gli strumenti migliori per sviluppare le loro attività imprenditoriali".
Non si tratta solo di servizi di consulenza, ma anche di tutta quella vastissima gamma di attività che animano la vita di un'impresa: "parliamo di marketing, logistica, coaching, controllo di gestione".

I campi di attività del GL sono numerosi e accanto a temi consolidati - per i quali tuttavia i lavori non possono mai dirsi conclusi perché, come ricorda Camanni, "le norme sono qualcosa di vivo, il mondo si evolve continuamente e le norme rispecchiano questa evoluzione" - si segnalano nuovi ambiti di intervento sui quali già si stanno sviluppando azioni specifiche: online reputation, formazione non formale ecc.

Ben avviati i lavori di revisione della UNI 11369 "Consulenza di direzione (management consulting) - Guida per la classificazione dei consulenti di direzione in base al sistema di competenze", così come quelli della guida all'applicazione della UNI ISO 29990, la norma del 2011 sui requisiti di base per i fornitori del servizio di formazione non formale.

I documenti tecnici sviluppati dal Gruppo di lavoro (e dalla Commissione "Servizi" di cui il GL fa parte) seguono uno schema che fissa i necessari passaggi che vanno dalla definizione dei requisiti del servizio sino alle specifiche delle figure professionali adibite all'erogazione dello stesso. "L'idea è quella di sviluppare una norma sull'offerta del servizio, una sull'erogazione e una sul professionista. Quest'ultima", sottolinea Camanni, "rientra ovviamente sotto lo schema delle altre norme che UNI elabora in conformità alla legge 4/2013 in materia di professioni non organizzate".

In ambito internazionale dei temi di consulenza di direzione si occupa, dal 2013, il project committee ISO/PC 280 "Management Consultancy". Il comitato ha segreteria italiana e si riunirà a Milano dal 23 al 25 marzo prossimi. "Noi portiamo al tavolo ISO la nostra lunga esperienza in materia", conclude Camanni, "e possiamo dire che, per quanto riguarda la consulenza di direzione, siamo veramente protagonisti".

L'intervista a Giuseppe Camanni è disponibile sul canale UNI di YouTube.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.