Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

I costruttori di beni strumentali hanno obblighi sulla Sicurezza e devono informare sull’uso corretto: obblighi che discendono dal Diritto Privato, ribaditi anche dal RES 1.7.4 della DM 2006/42/CE che prevede di fornire le informazioni necessarie «...parte essenziale ed integrante della progettazione ...».

Oggi informare con Istruzioni per l'uso con un elevato grado di leggibilità significa anche potersi contraddistinguere nell'ingorgo del mercato globale.

Gli acquirenti scelgono i beni in base ai requisiti di Sicurezza, alle performance operative, ma anche in base al ventaglio di opportunità garantite da Istruzioni per l'uso complete e con un elevato grado di leggibilità. Oggi, nella scrittura delle Istruzioni per l'uso, si è aperta una nuova frontiera basata sulle tecniche del Controlled Language: la nuova parola d'ordine per tutti coloro che intendono migliorare il contenuto delle informazioni post-vendita. Sono tecniche che consentono di elaborare documenti che siano davvero un efficace strumento di lavoro per tutta la filiera produttiva: dai centri di assistenza all'utilizzatore finale.

Attraverso le tecniche del Controlled Language è possibile realizzare Istruzioni per l'uso facilmente leggibili, con una diminuzione del time to market e una consistente riduzione dei costi generali.

Tema del corso, in programma il 17 Marzo presso la nostra Sede di Milano, sarà come abbinare le tecniche del Controlled Language al principio di comunicazione Vedere-Pensare-Usare: requisiti necessari per abbattere la «barriera fra chi scrive e chi legge».

Il corso Istruzioni per l’uso Res. 1.7.4 – DM 2006/42/CE. Le tecniche del controlled language applicate alla scrittura delle “istruzioni per l’uso” ha infatti  lo scopo di trasferire le tecniche per ottenere un circolo virtuoso della comunicazione ed eliminare le ambiguità e le ridondanze tipiche di quella scrittura che riproduce ancora il «parlato naturale». 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.