Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

 Si è svolta a Stoccarda la riunione plenaria del CEN/TC 130 “Space heating appliances without integral heat sources”, il comitato europeo incaricato di sviluppare la normativa di prodotto dei sistemi di emissione del calore quali radiatori, convettori, superfici e strisce radianti, definendo i metodi di prova per determinarne le diverse caratteristiche.
Recentemente il campo di azione del TC è stato ampliato includendo anche le applicazioni in freddo delle superfici radianti (sistemi a pavimento, soffitto e parete) e delle strisce radianti, nonché la normativa di prodotto relativa ai raccordi e valvole per radiatori con particolare riferimento alle valvole termostatiche.

Il comitato, presieduto da Renzo Marchesi del Politecnico di Milano, è attualmente strutturato in 5 gruppi di lavoro:

  • WG 7 “Pre-fabricated heating panels, definitions, testing and methods for determining heat outputs”
  • WG 9 “Floor heating - Systems and components”
  • WG 10 “Trench convectors and fan assisted radiators and convectors”
  • WG 11 “Radiators”
  • WG 12 “Connections for heating appliances”.

La riunione plenaria è servita a monitorare e fare il punto della situazione dei lavori in corso nonché a programmare le attività future.
In relazione all’attività dei singoli gruppi di lavoro si è evidenziato:

WG 7: sono ripresi i lavori di revisione della EN 14037 “Free hanging heating and cooling surfaces for water with a temperature below 120 °C” dopo che la precedente revisione era stata interrotta a seguito del parere negativo espresso dal consulente CEN in merito alla EN 14037-1, che costituisce la parte armonizzata della norma finalizzata alla marcatura CE del prodotto. In relazione alla nuova versione, nuovi commenti formulati dal consulente CEN dovranno essere implementati nel testo prima di sottoporlo all’approvazione finale.

WG 9: è stata segnalata la necessità di dare avvio ai lavori per la revisione periodica della EN 1264 “Water based surface embedded heating and cooling systems” le cui cinque parti sono state pubblicate tra il 2008 e il 2011. In particolare le parti 3 e 4 - relative rispettivamente al dimensionamento e all’installazione - necessitano di essere riviste in relazione all’avvenuta adozione a livello CEN della corrispondente norma ISO 11855.

WG 10: la norma EN 16430 “Fan assisted radiators, convectors and trench convectors” è stata definitivamente approvata e sarà pubblicata nel marzo 2015. La norma, pur non essendo armonizzata, definisce, in analogia alla EN 442, le metodologie di prova per la determinazione delle caratteristiche di radiatori e convettori assistiti da ventilatore.

WG 11: si sono conclusi i lavori di revisione della EN 442 “Radiators and convectors” che costituisce la norma di prodotto per la marcatura CE di tali apparecchi. In attesa che i riferimenti della nuova EN 442-1 vengano citati sulla Gazzetta Europea, la precedente versione datata 2003 continua a essere in vigore. Con la pubblicazione in Gazzetta sarà inoltre definito un periodo di coesistenza, solitamente di un anno, in cui entrambe le edizioni della norma potranno essere utilizzate a discrezione del fabbricante.

WG 12: a seguito della decisione di affidare al TC 130 la competenza in tema di valvole termostatiche, il gruppo ha lavorato per esaminare una prima proposta italiana per la revisione della EN 215 “Thermostatic radiator valves - Requirements and test methods” e riferire al TC in merito.

Per quanto riguarda il futuro programma di attività del CEN/TC 130 due sono le principali novità emerse dalla riunione di Stoccarda.
Per quanto riguarda la norma EN 215 il comitato, esaminata la proposta italiana e sentito il parere del WG 12, ha concordato di riavviare i lavori di revisione. Tale revisione dovrebbe essere finalizzata a definire un sistema comune a livello europeo che consenta di classificare i prodotti in termini di efficienza energetica, considerando che analoghi schemi volontari di certificazione sono già adottati in alcuni paesi europei come Germania e Francia.
La revisione della norma dovrà consentire l’utilizzo di valori di prestazione specifici per ciascun prodotto in luogo di valori convenzionali di default che non consentono di valorizzare il prodotto sul mercato. Questo approccio è in linea con la nuova impostazione delle norme per il calcolo della prestazione energetica dell’edificio (EPBD recast) che prevedono, ove possibile, un maggior riferimento alle norme di prodotto. Infine, la revisione si rende necessaria per introdurre i prodotti recentemente immessi sul mercato e non contemplati nella norma.
L’altra novità riguarda la proposta di messa allo studio di un progetto di norma che consenta di determinare, con riferimento alle rispettive norme di prodotto, i parametri che caratterizzano l’efficienza energetica dei diversi sistemi di emissione, in modo che possano essere utilizzati all’interno della nuova EN 15316-2, norma attualmente in corso di revisione nell’ambito del mandato M/480 a supporto della direttiva EPBD recast.
Il prEN 15316-2 “Heating systems and water based cooling systems in buildings - Method for calculation of system energy requirements and system efficiencies - Part 2: Space emission systems (heating and cooling)” prevede, infatti, che la prestazione energetica dei sistemi di emissione sia determinata non più mediante valori convenzionali di “rendimento”, bensì attraverso il calcolo della “temperatura interna equivalente” in relazione alle diverse tipologie di corpo scaldante e, dove possibile, utilizzando valori di input dichiarati dai fabbricanti in accordo con le rispettive norme di prodotto. I lavori sono stati affidati al nuovo WG 13 “Determination of parameters for the efficiency of heating and cooling emission products in relation to prEN 15316-2 - Coordination - Group”; il coordinamento è stato affidato a Renzo Marchesi, mentre il CTI è incaricato di gestire la segreteria per conto di UNI.

La prima riunione del WG 13 è prevista a Milano il prossimo 26 marzo.

 Anna Martino
CTI - Comitato Termotecnico Italiano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Articolo pubblicato sulla rivista mensile del CTI "Energia e Dintorni. Il CTI informa", del mese di gennaio 2015.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.