Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Le attività imprenditoriali di distribuzione e vendita di beni di largo consumo si svolgono prevalentemente secondo due distinte modalità: distribuzione organizzata e vendita assistita.
La distribuzione organizzata dispone di superfici di grandi dimensioni, ubicate in aree urbane o extraurbane facilmente accessibili al pubblico e dotate di adeguate aree di parcheggio. I punti vendita si presentano come i terminali naturali di realtà produttive insediate in tutto il mondo e le opportunità di acquisto e di pagamento consentono ai frequentatori la più ampia autonomia.
Per quanto riguarda la vendita assistita, ci si riferisce a piccole e medie strutture come i negozi, che costituiscono un aspetto caratteristico dell’arredo urbano, e le postazioni mobili attestate nei mercati su aree pubbliche. Gli operatori di questi punti di vendita si propongono come il riferimento professionale per tradurre le esigenze della clientela nella richiesta di un prodotto specifico.

Le attività degli operatori che si sono affermati nel mercato come specialisti della vendita assistita per le diverse classi dei prodotti e servizi offerti non dispongono oggi di un quadro di classificazione autorevole e aggiornato. Le imprese nazionali che attualmente praticano un’attività caratterizzata da aspetti rilevanti di vendita assistita non dispongono dei necessari strumenti per comunicare – direttamente o tramite le proprie rappresentanze di categoria – col mercato e con le Autorità, per sviluppare adeguate politiche associative.

La Commissione Commercio propone una linea guida che identifica e definisce i modelli e i processi organizzativi delle modalità di vendita assistita al pubblico di prodotti alimentari secondo criteri riconoscibili e qualificabili nei contesti nazionale e europeo.
Il documento U98000023 “Linea guida per la definizione dei modelli organizzativi di distribuzione e vendita al consumo - Requisiti dei modelli - Parte 3: Dettaglio alimentare con modalità di vendita assistita” fornisce una metodologia di descrizione, classificazione e valutazione dei “negozi/impresa” che praticano il commercio al dettaglio di prodotti alimentari e associabili all’offerta alimentare con una modalità di vendita assistita, disponendo di strutture organizzate e gestite secondo un modello imprenditoriale.

La struttura della linea guida prevede la seguente suddivisione:

  • Parte 1, dedicata al settore delle imprese che praticano le vendite su aree pubbliche;
  • Parte 2, dedicata al settore delle imprese che praticano il commercio al dettaglio dei prodotti: moda / abbigliamento / calzature / pelletterie / tessile perla casa / articoli sportivi;
  • Parte 3, dedicata al settore delle imprese che praticano il dettaglia alimentare con modalità di vendita assistita.

Per il progetto U98000023 l'inchiesta pubblica finale terminerà il 7 aprile 2015. Chi fosse interessato può inviare i propri commenti utilizzando l'apposito modulo online nella sezione NORMAZIONE > UNI: inchiesta pubblica finale.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.