Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

 agenziadogane imqI risultati emersi dall’attività di controllo sul mercato svolta da IMQ e dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli testimoniano l’importanza di questa collaborazione, che ha lo scopo di fronteggiare le distorsioni del mercato, valorizzare le imprese che operano correttamente e vigilare sulla sicurezza dei consumatori.

Nella lista delle non conformità tra i dispositivi elettrici, nelle prime posizioni troviamo prodotti quali lampade e lampadine a basso consumo, caricabatterie e alimentatori per laptop, borse dell’acqua calda, saldatori, radioline, catene luminose, termoconvettori e adattatori da viaggio. Questi prodotti si sono rivelati spesso non conformi e quindi potenzialmente pericolosi.

Nel 2014 i laboratori IMQ hanno eseguito 150 interventi di ispezioni e prove di verifica su migliaia di prodotti elettrici provenienti dall’estero che stavano per essere immessi nel nostro mercato. Di questi, solo il 5,69% è risultato conforme alle normative di sicurezza vigenti. Le indagini condotte sul restante 94,30% (corrispondente a un totale di circa 182.300 pezzi) hanno invece ottenuto un esito negativo poiché i prodotti non rispettavano i requisiti di sicurezza e qualità previsti dalle attuali direttive europee. Di questi, al 19,24% è stato imposto l’immediato divieto di commercializzazione e il ritiro dal mercato, mentre per i restanti sono state richieste rigorose azioni di conformazione.

La selezione dei prodotti è stata condotta sulla base di una sofisticata analisi dei rischi; i prodotti per i quali è stata richiesta la verifica da parte di IMQ sono quelli che hanno presentato diversi parametri critici, tra i quali la mancanza della marcatura CE e la scarsa qualità dei materiali.

Per ulteriori informazioni:
Comunicazione IMQ
Roberta Gramatica
telefono 02 5073369
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.