Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Interessano la Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio tre progetti di norma entrati lunedì 2 febbraio nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare.

“Edilizia e opere di ingegneria civile - Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse” rappresenta il titolo generale di due diversi progetti che intendono fornire un supporto a tutti gli operatori del settore delle costruzioni per una più efficiente ed efficace gestione e trasmissione delle informazioni all’interno dell’intera filiera, in favore di tutti gli attori interessati: imprese di costruzione, gestione e manutenzione, professionisti, committenza pubblica e privata.

Il primo U87007271 “Parte 1: Identificazione, descrizione e interoperabilità” – che sostituisce la norma UNI 11337 del 2009 – stabilisce i criteri d’indirizzo per l’identificazione e la descrizione di opere, attività, lavori, forniture e servizi, come aggregazione organizzata di una o più risorse in termini di uomini, attrezzature e prodotti come fattori della produzione. Il documento uniforma i principi attraverso i quali è possibile riconoscere in modo univoco un qualsiasi soggetto, oggetto o azione della filiera delle costruzioni, comprendendone la natura e le specifiche caratteristiche, attraverso una “informazione” normalizzata nella sua strutturazione, condivisa nei contenuti e interoperabile nel formato. Si applica alle costruzioni nuove e quelle esistenti e all’ambiente, con particolare riferimento alla progettazione, alla produzione e agli interventi di costruzione, manutenzione, restauro, risanamento conservativo, recupero, ristrutturazione, demolizione e modifica in genere. La necessità è quella di aggiornare la struttura della norma in funzione delle esigenze del mercato delle costruzioni, al fine di agevolare gli operatori della filiera e le autorità competenti nell’impiego della stessa alla luce dell’evoluzione dei sistemi di gestione informativi anche in seguito alla diffusione delle metodologie BIM-Building Information Modeling.

Futura specifica tecnica, il secondo documento U87007274 “Parte 4: Livelli di dettaglio e livelli di sviluppo e definizione delle informazioni” definisce, con riferimento al metodo BIM nel settore costruzioni, i livelli di dettaglio delle informazioni geometriche e alfanumeriche e i livelli di sviluppo e definizione informativa nel processo decisionale, esecutivo e gestionale per l’intera opera e le sue parti. Il documento risulta funzionale all’introduzione e diffusione delle metodologie BIM nel mercato nazionale del settore, al fine di agevolare gli operatori della filiera e le autorità competenti nell’impiego delle stesse, in relazione all’evoluzione della prassi comunitaria e internazionale.

Il terzo progetto fornisce invece i criteri di scelta, progettazione, corretta installazione e manutenzione di un pavimento modulare sopraelevato con struttura smontabile e pannelli amovibili singolarmente. Il documento U87007930 “Pavimenti modulari sopraelevati amovibili interni - Istruzioni alla progettazione, per l'installazione e la manutenzione” si applica esclusivamente alle pavimentazioni interne non permanentemente incorporate nell'edificio. Il fine è quello di normare il corretto impiego, fornendo indicazioni su soluzioni e materiali, a sostegno degli investimenti regionali o comunali e nella facilitazione dei rapporti tra gli attori di mercato.
Le necessità sono quelle di fornire, a operatori pubblici o privati, il supporto normativo per utilizzare al meglio questi pavimenti modulari e definire e unificare il loro processo di realizzazione dalla progettazione alla manutenzione.

Da lunedì 2 febbraio, e sino al 17 febbraio, tutti i soggetti interessati possono inviare il proprio commento nelle pagine web dell'Inchiesta pubblica preliminare.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.