Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Riconoscendo al design un ruolo strategico nel rendere la tecnologia più rispondente ai bisogni delle persone e della società e il suo essere fattore cruciale degli scambi culturali ed economici, la Commissione Attività professionali non regolamentate propone il progetto U08000170 “Attività professionali non regolamentate - Designer - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” che rimarrà nella fase di inchiesta pubblica preliminare dal 2 al 17 febbraio (>> vai alla banca dati).

Il documento si prefigge lo scopo di definire la figura professionale del designer in tutte le fasi della sua attività, dal rapporto con la committenza, pubblica o privata, alle prime fasi di lavorazione ed elaborazione del progetto in fase strategica e di primi layout, alla gestione del processo produttivo ed esecutivo, fino alla verifica finale e al riscontro sugli impatti che il progetto produce in termini di recezione da parte dell’utenza e della committenza, o dell’ambiente, fisico o virtuale.

L’intenzione è quella di fornire garanzie di qualità al mercato, aumentare il riconoscimento professionale dei singoli professionisti oltre che favorire e diffondere la valorizzazione e lo sviluppo della professione e della cultura del progetto.

Attualmente non sussistono specifici/formali requisiti per operare quale designer. I benefici attesi dalla norma risiedono nella possibilità di avere uno strumento utile nelle sedi competenti che possa essere di riferimento in tutti quei contenziosi che possano derivare dalle attività relate alla figura del designer, sia in relazione alle attività professionali sopra descritte sia in relazione alla tutela della proprietà intellettuale del progetto, tutela di marchi e brevetti o contenziosi che emergano in termini di rapporti con la committenza o con l’utente finale, di rapporti di competitività tra soci o professionisti dello stesso settore e tutto ciò che in sede legale può sopraggiungere pre, durante e post l’attività lavorativa e/o di ricerca.

Benefici attesi derivano inoltre dalla possibilità per i designer di essere inseriti, quali partecipanti di diritto, a bandi e concorsi pubblici e privati che abbiano per oggetto la fornitura di competenze legate alle specifiche professionalità.

Definite e qualificate le figure professionali dei designer in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (EQF), tutta la categoria ne trarrebbe giovamento e riconoscimento e il mercato ritroverebbe nella competenza e professionalità di tale figura un sicuro e certo punto di riferimento.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.