Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Interessano il CIG (Comitato Italiano Gas) cinque progetti che trattano le modalità operative per le verifiche metrologiche periodiche e casuali dei contatori. I progetti costituiranno cinque parti di una stessa norma che intende definire regole univoche e fornire uno strumento operativo a supporto degli Organismi di ispezione a vantaggio sia del controllante che del controllato.

Dal titolo comune “Modalità operative per le verifiche metrologiche periodiche e casuali”, la futura norma - che si sviluppa nelle cinque parti sotto riportate - definisce, dal punto di vista tecnico e procedurale, delle prassi attuative di quanto previsto nel decreto 16 aprile 2012 n. 75 e nella direttiva MiSE del 12 maggio 2014.

  • “Generalità” (progetto E01169291): vengono descritte in termini generali le modalità operative per le verifiche metrologiche periodiche e casuali dei contatori/dispositivi di conversione del volume, che sono dettagliate nelle parti pertinenti della serie in relazione allo specifico oggetto;
  • “Dispositivi di conversione di volumi gas anche di tipo integrato con contatore di gas a membrana” (progetto E01169292): fornisce le prescrizioni relative alla verifica del corretto funzionamento metrologico dei dispositivi di conversione, anche di tipo integrato con contatore di gas a membrana, che consentono la misura dei volumi di gas, la conversione dei volumi di gas alle condizioni termodinamiche di riferimento e la registrazione dei dati di misura;
  • “Contatori di gas a membrana” (progetto E01169293): indica le prescrizioni relative alla verifica del corretto funzionamento metrologico dei contatori di gas a membrana che consentono la misura dei volumi di gas;
  • “Contatori di gas a turbina e a rotoidi” (progetto E01169294): fornisce le prescrizioni relative alla verifica del corretto funzionamento metrologico dei contatori di gas a turbina e a rotoidi che consentono la misura dei volumi di gas;
  • “Contatori di gas di nuova tecnologia” (progetto E01169295): fornisce le prescrizioni relative alla verifica del corretto funzionamento metrologico dei contatori di gas di nuova tecnologia che consentono la misura dei volumi di gas, la conversione dei volumi di gas alle condizioni termodinamiche di riferimento e la registrazione di dati di misura.

Tra le componenti interessate alla futura norma, le aziende di trasporto e distribuzione del gas, i costruttori di componenti, gli organismi di prova e di certificazione.

I progetti termineranno la fase di inchiesta pubblica preliminare il 14 gennaio 2015. Fino a quella data sarà possibile consultare i documenti e inoltrare i propri commenti utilizzando l'apposito form a disposizione sul sito internet, alle pagine dell'Inchiesta pubblica preliminare.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.