Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 1 al 16 dicembre si troveranno nella importante fase dell'inchiesta pubblica preliminare, fase fondamentale per vagliare le reali esigenze del mercato, una serie di progetti di norma che toccano molteplici argomenti. Le schede dei progetti saranno raggiungibili nella banca dati dell’Inchiesta pubblica preliminare a partire da lunedì 1 dicembre: tutti gli interessati potranno inoltrare i propri commenti e segnalare l'interesse a partecipare, dove possibile, agli eventuali lavori di normazione.

Un progetto di competenza CTI (E0203F140) definisce le modalità di verifica dello stato di integrità delle condotte forzate in esercizio per la produzione di energia elettrica.

UNINFO propone cinque progetti, quattro dei quali trattano il tema delle professioni non regolamentate e riguardano profili professionali per l’ICT. Il progetto E14D00031 nasce per normare la costruzione di profili di competenza basati sul sistema e-CF al fine di facilitarne e uniformarne l’applicazione in differenti contesti operativi. E14D00032 definisce i principali profili professionali per l’ICT di seconda generazione; E14D00033 riguarda i profili di competenza relativi alle professionalità operanti nel Web mentre il documento E14D00034 concerne i profili professionali relativi alla sicurezza delle informazioni.
L’ultimo progetto E14J1G590, adozione della norma ISO/IEC 29100:2011, fornisce invece un quadro di riferimento di alto livello per la protezione dei dati personali all’interno dei sistemi informativi e di telecomunicazione.

La Commissione Acustica e vibrazioni propone il progetto U20002700, adozione della ISO 1999:2013, che definisce un metodo per calcolare lo spostamento permanente della soglia uditiva di popolazioni adulte causata dall’esposizione a rumore, compresa la distribuzione statistica nella gamma di frequenze audiometriche in funzione del livello e della durata dell’esposizione.

“Attrezzature manuali di saldatura, riscaldo e taglio ossi-gas - Verifiche periodiche delle attrezzature” è il titolo del progetto di norma U28001000 della Commissione Saldature, che fornisce le indicazioni per le verifiche periodiche delle attrezzature manuali gas per saldatura, taglio e tecniche affini e connesse poste a valle della valvola delle bombole o, in caso di distribuzione centralizzata, delle attrezzature mobili poste a valle di punti di utilizzo.

Rappresentano adozioni di norme ISO i quattro progetti proposti dalla Commissione Documentazione e informazione. Il primo U30001371 definisce il protocollo del prestito interbibliotecario e i relativi modelli di definizione della conformità del protocollo di implemetazione, stabilendo le definizioni formali delle regole relative alle transazioni di prestito interbibliotecario tra due o più istituzioni partecipanti. Il secondo U30001381 specifica un modello per l'utilizzo della identificazione a radiofrequenza (RFID) per elementi di dati utilizzati in tutte le tipologie di biblioteche. Gli altri due progetti U30001382 e U30001383 specificano rispettivamente, sempre nel campo RFID, la codifica degli elementi di dati in base alle regole di ISO/IEC 15962 e la codifica degli elementi a lunghezza fissa.

Ancora adozioni di norme ISO i cinque progetti di interesse della Commissione Gomma. I documenti riguardano: i metodi per determinare le caratteristiche di deformazione residua dopo compressione delle gomme vulcanizzate e termoplastiche a temperature ambiente o elevate (progetto U35008221) e a basse temperature (progetto U35008222) e le procedure di valutazione della gomma isobutilene-isoprene (progetto U35008190), della gomma etilene-propilene-diene (progetto U35008200) e della gomma stirene-butadiene (gomme addizionate di nerofumo o di nerofumo e olio) (progetto U35008210).

Di competenza della Commissione Legno, il progetto U40006592 - revisione UNI 11035-2:2010 - specifica le regole da adottare per effettuare la classificazione a vista secondo la resistenza del legname strutturale.

La Commissione Manutenzione propone sei progetti che sostituiscono la norma UNI 10749:2003 parti da 1 a 6, una guida per la gestione dei materiali per la manutenzione. Il progetto U49010741 illustra gli aspetti generali e le problematiche organizzative; U49010742 fornisce dei criteri di classificazione, codifica e unificazione; U49010743 fornisce una guida sui criteri per la selezione dei materiali tecnici da gestire per la manutenzione; U49010744 riguarda i criteri di gestione operativa; U49010745 fornisce una guida per l’approvvigionamento, controllo e collaudo dei materiali tecnici mentre il progetto U49010746 fornisce indicazioni sui metodi e i criteri che possono essere utilizzati per la determinazione dei valori unitari di carico, scarico e giacenza dei materiali a magazzino.

Ancora in tema di professioni non regolamentate, la Commissione Agroalimentare propone il progetto U59009500 che ha lo scopo di definire i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del Responsabile Progetti Sensoriali in conformità al quadro europeo EQF.

“Linea guida per la definizione dei requisiti tecnico-funzionali della segnaletica orizzontale” è il titolo del futuro rapporto tecnico U71012490, di competenza della Commissione Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture. La linea guida prende spunto dalla necessità di inquadrare in un unico documento le norme tecniche italiane ed europee che trattano le prestazioni della segnaletica orizzontale attualmente vigenti, che sono contenute o potranno essere inserite, insieme alle prescrizioni derivanti da norme cogenti, nei Capitolati Speciali d’Appalto, nell’ambito degli appalti pubblici di lavori di cui costituiscono la disciplina di dettaglio e tecnica.

Interessa la Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio il progetto U87007740, che sostituisce la UNI 10818:1999. Esso individua i ruoli e le responsabilità dei diversi operatori che intervengono nel processo di posa in opera, dalla progettazione alla verifica finale, di finestre, portefinestre, porte esterne e interne e chiusure oscuranti di ogni tipo.

Infine, di competenza della Commissione Tessile e abbigliamento, il progetto di norma U95000570 definisce un sistema di classificazione dei lotti di seta greggia specificando una serie di caratteristiche attinenti la valutazione qualitativa di un lotto di filato di seta greggia e i metodi di prova appropriati per determinare tali caratteristiche.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.