Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Il collegato ambientale alla legge di stabilità 2014 approvato nei giorni scorsi dalla Camera dei Deputati contiene importanti disposizioni in tema di garanzie per partecipare a gare di appalto pubbliche.
In breve, il provvedimento - ora in discussione al Senato - tocca diversi aspetti ambientali e tra di essi prevede una riduzione del 30% sulle garanzie per partecipare ad appalti pubblici per le imprese in possesso di una certificazione Ecolabel o EMAS e del 20% per quelle dotate di certificazione di conformità alla norma UNI EN ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale.
L'intento è ovviamente quello di incentivare sempre più l'adozione di pratiche imprenditoriali attente agli aspetti ambientali.

La norma UNI EN ISO 14001 specifica i requisiti di un SGA che consenta ad ogni organizzazione di sviluppare ed attuare politiche e obiettivi che tengano conto dell'impatto ambientale delle proprie attività, pur non stabilendo di per sé alcun criterio prestazionale specifico.

La certificazione ISO 14001 è tra le più diffuse nel mondo e l'Italia in particolare si pone ai primi posti di questa virtuale classifica delle certificazioni di conformità. Secondo gli ultimi dati disponibili resi noti attraverso l'ISO Survey 2013 (vd. L'ISO Survey 2013 evidenzia il ruolo dei sistemi di gestione nelle sfide globali), la certificazione dei sistemi di gestione ambientale registra un costante incremento che arriva a toccare il 20% rispetto all'anno precedente in molte regioni del mondo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.