Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Da mercoledì 12 novembre al 16 gennaio 2015 si trovano nella fase di inchiesta pubblica finale 12 progetti di norma che trattano molteplici argomenti. Entro la data di fine inchiesta è possibile inviare i propri commenti o, dove possibile, segnalare il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione (>> consulta la banca dati).

Il CIG-Comitato Italiano Gas propone il documento E0116923H, futura specifica tecnica, che completa i requisiti normativi tecnici definiti nelle parti applicabili delle specifiche UNI/TS 11291, al fine di consentire l’intercambiabilità dei gruppi di misura del gas naturale destinati al “mass market” (<G10) nonché degli altri apparati che operano nelle reti punto multipunto.

Due i progetti di competenza della Commissione Sicurezza: il primo U5001C150 “Sicurezza del macchinario - Autobetonpompe - Requisiti di sicurezza” tratta i pericoli significativi, le situazioni e gli eventi pericolosi relativi alle autobetonpompe quando utilizzate conformemente allo scopo e nelle condizioni di uso scorretto ragionevolmente prevedibile da parte del costruttore. L'autobetonpompa viene utilizzata per il trasporto, il mescolamento e la distribuzione di calcestruzzo e malta.
Un dispositivo di ancoraggio affidabile è un componente essenziale di qualsiasi sistema anticaduta: il progetto U5002C120 specifica i requisiti e i metodi di prova per dispositivi di ancoraggio progettati per ospitare uno o più utenti collegati contemporaneamente e per dispositivi di ancoraggio a corpo morto, quando progettati specificamente per essere posizionati e lasciati permanentemente sulla struttura. Fornisce inoltre i requisiti per la marcatura e le istruzioni per l’uso e una guida per l’installazione.

Dalla Commissione Attività professionali non regolamentate è in arrivo la norma che definisce i requisiti relativi all’attività professionale del Clinical Monitor, ossia la figura professionale che opera nel campo del monitoraggio delle sperimentazioni cliniche di medicinali. Il progetto U08000100 definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework EQF).

Di competenza della Commissione Saldature, il progetto U28000890 specifica i requisiti funzionali e i collaudi di tipo da eseguire su saldatrici da cantiere a elementi termici per contatto destinate alla giunzione di tubazioni realizzate con materiali termoplastici. Il documento, che vede UNIPLAST come co-autore, introduce caratteristiche tecniche in grado di garantire una migliore qualità delle saldature.

“Pavimentazioni e rivestimenti di legno e/o a base di legno - Posa in opera - Competenze, responsabilità e indicazioni contrattuali” è il titolo del progetto U40006410 della Commissione Legno che individua le competenze e gli oneri dei diversi operatori che intervengono nel processo di realizzazione di pavimentazioni e rivestimenti di legno. Si applica a pavimentazioni interne ed esterne e ai rivestimenti.

Un progetto di interesse della Commissione Ingegneria strutturale fornisce le regole per la progettazione delle scaffalature drive-in (DIR) e drive-through (DTR), fabbricate con elementi di acciaio, per lo stoccaggio statico di merci su pallet. Il documento U73032470 è basato sui principi di sicurezza e di progettazione delle raccomandazioni e norme europee per le scaffalature portapallet, fornendo indicazioni specifiche nei casi in cui le particolarità delle scaffalature non consentono la piena applicabilità.

Dalla Commissione Servizi vengono le linee guida per la fornitura di servizi di consulenza di direzione (consulenza di management): si tratta del progetto U83000810, complementare alla UNI EN 16114, della quale condivide i principi ma amplia gli aspetti per una più efficace applicazione da parte dei consulenti e dei potenziali clienti e fornisce una maggiore definizione delle rispettive responsabilità. La futura norma sostituisce la UNI 10771:2003, la UNI 11067:2003 e la UNI 11166:2005.

Gli ultimi quattro progetti sono di interesse della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio.
U87007273 (futura specifica tecnica) individua i criteri omogenei attraverso cui descrivere, in termini identificativi, qualitativi e quantitativi, i prodotti da costruzione attraverso modelli strutturati per la raccolta, l’organizzazione e l’archiviazione delle informazioni tecniche secondo le specifiche norme di prodotto armonizzate nel caso di prodotti recanti la marcatura CE e secondo le specifiche norme di riferimento (se esistenti e/o applicabili) per prodotti non recanti la marcatura CE.
Altri due progetti riguardano i rivestimenti resilienti e laminati per pavimentazioni: U87007521 fornisce le linee guida, complete dei necessari riferimenti normativi, per la progettazione, l’esecuzione e la manutenzione di pavimentazioni il cui piano di calpestio è costituito da rivestimenti resilienti e laminati. Il progetto rappresenta anche un riferimento per la redazione del progetto, la stipulazione del contratto e i processi di realizzazione in opera e di manutenzione. U87007522 definisce invece i requisiti (conformi al Quadro Europeo delle Qualifiche) relativi al profilo professionale del posatore di pavimenti resilienti o di laminato, per quanto concerne la creazione o preparazione del sottofondo, l’installazione delle pavimentazioni, la messa in servizio, la manutenzione ordinaria e straordinaria.
Infine, il progetto U87007550 si applica alla posa in opera di sistemi realizzati con lastre di gesso rivestito su orditure metalliche e ne precisa i criteri e le regole.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.