Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 30 ottobre al 14 novembre saranno in inchiesta pubblica preliminare 14 progetti di norma che trattano molteplici argomenti: gas, pozzi per acqua, forni chimici e petrolchimici, biocarburanti… Entro la data di fine inchiesta è possibile inviare i propri commenti o, dove possibile, segnalare il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione (>> consulta la banca dati).

Il Comitato Italiano Gas propone due documenti: il progetto E01059440 definisce le modalità di verifica, su richiesta del cliente finale/utente della rete, del livello di pressione di fornitura del gas distribuito a mezzo rete, nel caso di fornitura in 7a specie e si applica in occasione di interventi su impianti di tipo domestico e similare alimentati rispettivamente dai gas appartenenti alla seconda famiglia e terza famiglia secondo la UNI EN 437.
Il progetto E01089460 (adozione del CEN/TR 1749:2014) fornisce invece i dettagli di uno schema generale per la classificazione di apparecchi a gas secondo il metodo di adduzione dell’aria comburente e di evacuazione dei prodotti della combustione.

Cinque progetti sono di competenza CTI-Comitato Termotecnico Italiano. E0206E850 definisce i requisiti generali che devono essere soddisfatti durante la costruzione dei pozzi per acqua, per aumentare la qualità dei servizi e delle opere realizzate e limitare errori progettuali e in fase di realizzazione.
Il progetto E0203E680, futuro rapporto tecnico, fornisce elementi utili per redigere la procedura per una corretta e sicura esecuzione delle prove a pressione ai fini della verifica d’integrità su attrezzature/insieme a pressione.
Intende migliorare la sicurezza degli impianti il progetto E0203E860, che definisce i requisiti relativi alla progettazione, costruzione, installazione e conduzione di forni chimici e petrolchimici.
Il documento E0206E870, che vede l’Ente federato UNICHIM come co-autore, stabilisce le condizioni e le modalità di progettazione e di installazione ai fini della sicurezza degli impianti di riscaldamento che utilizzano, quale fluido termovettore, acqua calda a una temperatura non maggiore di 110 °C.
Infine, la futura specifica tecnica E0209E900 descrive i requisiti della gestione contabile del bilancio di massa attuata da un operatore economico che opera nell'ambito delle filiere di produzione dei biocarburanti e dei bioliquidi nonché dei loro intermedi e derivati, ottenuti anche da residui, sottoprodotti e rifiuti, prodotti in maniera sostenibile. Descrive anche i requisiti di uno schema per la gestione del rischio sull'intero processo produttivo e gestionale di competenza dello stesso operatore.

Al fine di razionalizzare i metodi di prova di ambito microbiologico nelle delicate fasi orientate alla incubazione dei microrganismi sui substrati di crescita specificamente individuati per il loro sviluppo o per l'effettuazione delle prove di identificazione, UNICHIM propone il progetto E0910T200 “Microbiologia alimentare ed ambientale - Variazione di crescite batteriche a differente temperatura di incubazione”.

La Commissione Acustica e vibrazioni manda all’inchiesta il progetto U20002690 sulle misure di mitigazione sonora, che tratta gli aspetti tecnici e procedurali relativi alla valutazione dei costi, dell’efficacia e dell’efficienza delle misure di mitigazione applicabili alle infrastrutture di trasporto. La futura norma intende definire le modalità tecniche operative per l’individuazione delle strategie o soluzioni di maggiore efficacia ed efficienza.

Rappresenta l’adozione della norma ISO 2469:2014 il progetto U23002540 di interesse della Commissione Carta. Esso descrive una procedura generale per misurare il fattore di radianza diffusa di tutti i tipi di pasta, carta e cartone, specifica le caratteristiche dello strumento da utilizzare per ogni misurazione e definisce le procedure da utilizzare per la sua calibrazione.

Con il progetto U35008180, la Commisisone Gomma adotta la norma internazionale ISO 249:2014 che specifica un metodo per la determinazione del contenuto di impurità della gomma grezza naturale.

Vista l’assenza di un riferimento tecnico specifico, la Commissione Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi propone il progetto U61003280 sui requisiti generali di sicurezza, di prestazione e di durabilità delle attrezzature e degli elementi fissi e amovibili presenti nell’intera area accessibile di superfici (pubbliche e private) destinate all’impiego sportivo e ricreativo.

La Commissione Protezione dei materiali metallici contro la corrosione presenta il documento U68002720 che definisce i requisiti qualitativi minimi delle griglie di supporto pentole e dei cappellotti spartifiamma di acciaio o ghisa rivestiti in smalto porcellanato eseguiti in tonalità scure e i relativi metodi di prova.

Infine, per rendere più efficaci le relazioni tra l'ente di certificazione e il responsabile della qualità di stabilimento nelle pratiche di applicazione della marcatura CE dei cementi, la Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato richiede l’adozione del CEN/TR 14245:2014 (progetto U96000470). Il TR specifica lo schema per la valutazione e la verifica della costanza delle prestazioni (AVCP) dei cementi alle rispettive norme di specifica del prodotto, compresa la certificazione della costanza della prestazione da parte di un organismo di certificazione di prodotto.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.