Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT/24 (modulo di domanda per la riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell’art. 24 delle modalità di applicazione delle tariffe dei premi ex DM 12/12/2000 e s.m.i.) per il 2015.

costruzioniLo sconto sulla tariffa dei premi assicurativi è rivolto alle aziende che nel 2014 hanno adottato interventi migliorativi delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: tra gli interventi di carattere generale, al punto 2 vi è la novità del riconoscimento dell’importanza dell’adozione ed efficace attuazione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del d.lgs. 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile.

Un nuovo documento UNI, quindi, viene riconosciuto dall’INAIL per l’utilità ai fini della riduzione dei rischi sui luoghi di lavoro: dopo le norme UNI 10617 sui requisiti essenziali dei sistemi di gestione della sicurezza in impianti a rischio di incidente rilevante, UNI EN ISO 14001 sui requisiti dei sistemi di gestione per la qualità e per l’ambiente, UNI ISO 26000 sulla responsabilità sociale; dopo le “Linee guida UNI INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro SGSL” è il turno della prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 “Indirizzi metodologici e procedurali per l'asseverazione nel settore delle costruzioni edili ed ingegneria civile” di dare concretezza al concetto di sinergia tra normazione e legislazione, nonché sostanza al valore economico della normazione (in questo caso contribuendo alla riduzione dei osti assicurativi).
Nel caso specifico se ne potranno avvantaggiare gli operatoridei settori delle costruzioni edili e dell’ingegneria civile.

Marco Garantola, presidente del CNCPT (Commissione Nazionale dei Comitati Paritetici Territoriali), commenta con favore questa riduzione dei premi assicurativi, per usufruire della quale la Prassi di Riferimento è uno strumento importante.
cncpt logo oblLa decisione di INAIL di inserire nel nuovo modello OT/24 uno sconto sulla tariffa dei premi assicurativi per il 2014 per le imprese di costruzioni e di ingegneria civile asseverate in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2: 2013 è veramente importante perché conferma due cose: che lo strumento adottato è giusto; che i modelli di organizzazione sono la scelta migliore da parte delle imprese per fare vera prevenzione e si dovranno sviluppare sempre più in futuro. La procedura che attiene questo importante riconoscimento è trasparente, chiara e costruita con la consapevolezza di tutti i soggetti interessati coinvolti da UNI. Per quanto riguarda la Commissione nazionale dei CPT che presiedo – conclude Garantola - dopo aver completato l’iter di formazione dei tecnici asseveratori, stiamo verificando un interesse crescente da parte delle imprese per l’asseverazione, pur in un momento che permane così difficile per la crisi in atto, e incentivazioni come queste contenute nel nuovo OT/24 possono contribuire a determinare un miglioramento delle condizioni della salute e sicurezza sul lavoro”.

La "oscillazione per prevenzione" riduce il tasso di premio applicabile all'azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all'INAIL. Questo deve essere richiesto alla competente sede territoriale dell'INAIL entro il 28 febbraio dell'anno per il quale la riduzione è richiesta, fornendo unitamente alla documentazione prescritta tutti gli elementi, le notizie e le indicazioni definiti a tal fine dall'INAIL.
Prerequisito per la riduzione è che il datore di lavoro sia in regola con le disposizioni in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro e con gli adempimenti contributivi ed assicurativi.

In base al decreto ministeriale 3 dicembre 2010, che ha riscritto il testo dell'articolo 24 del decreto ministeriale del 12 dicembre 2000, la riduzione del tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo (il triennio precedente), secondo lo schema seguente:

Lavoratori - anno Riduzione
Fino a 10 30%
Da 11 a 50 23%
Da 51 a 100 18%
Da 101 a 200 15%
Da 201 a 500 12%
Oltre 500 7%

inail logo oblLa regolamentazione dell’asseverazione dei Modelli Organizzativi e Gestionali per prevenire i reati di omicidio colposo e lesioni colpose gravi e gravissime commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e di igiene del lavoro - afferma il Antonio Terracina coordinatore del Settore Tariffe della CONTARP INAIL - è sicuramente un fatto molto importante e che ci auguriamo dia positivi risultati. L’INAIL ha collaborato fattivamente con la CNCPT sin dalle prime fasi di questi percorso per seguirne da vicino l’effettiva applicazione”.

Secondo Fabrizio Benedetti, coordinatore del Settore Prevenzione e Normazione della CONTARP INAIL “l’apporto fornito dall’Istituto alla normazione tecnica è rilevante e convinto, e si concretizza sia con la partecipazione agli organismi tecnici, sia, e soprattutto, con l’apporto di indirizzo operato attraverso il Comitato Sicurezza ed i diversi sottocomitati che ad esso afferiscono. Tali comitati operano attraverso il coinvolgimento diretto degli attori sociali per orientare il processo normativo. Tale processo – aggiunge Benedetti - è importantissimo e sempre più essenziale in termini economici e sociali non solo a livello nazionale ma anche a livello continentale e globale”. 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.