Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La Commissione UNI Sicurezza della società e del cittadino è stata istituita per assicurare che gli enti pubblici, le aziende e tutti coloro che sono interessati ai temi della sicurezza abbiano la possibilità di adottare norme tecniche – nazionali o internazionali – creando i presupposti per una migliore interazione tra Paesi.

La UNI CEN/TS 16595:2014 “CBRN - Valutazione di vulnerabilità e protezione di soggetti a rischio” intende studiare i meccanismi per aumentare l’efficienza e l’efficacia delle collaborazioni tra le organizzazioni che si occupano di incidenti causati dalle attività umane di tipo Chimico, Biologico, Radiologico o Nucleare. Incidenti CBRN di grandi proporzioni possono mettere a repentaglio infrastrutture critiche mentre i servizi di emergenza potrebbero avere notevoli difficoltà nell'eseguire i compiti di risposta di loro competenza.

La specifica tecnica si occupa della vulnerabilità e non, come più spesso accade, del “rischio”. La scelta di questo approccio è dovuta al desiderio di affrontare il problema dal punto di vista combinato delle scienze sociali e di quelle naturali; le fondamenta sulla quale è costruita sono volutamente complesse perché devono creare un punto d’incontro tra il punto di vista delle scienze sociali (consapevolezza, capacità di reazione, fattori ambientali e culturali) e la necessità di posizionare tutto questo all’interno di un sistema organizzato secondo le regole dalle scienze naturali (caratterizzazione del pericolo, conseguenze, barriere fisiche, sistemi di supporto).
Il metodo suggerito per combinare i due elementi è quello di analizzarne i fattori comuni da un punto di vista del rischio, determinando in primo luogo i fattori di incertezza che possono influenzare la consapevolezza, la capacità di reazione, i fattori culturali.
In parallelo all’analisi “sociale” si porta avanti quella “naturale” e si analizzano quindi i fattori di incertezza relativi all’ambiente fisico e quindi l’esposizione e i rischi presenti (quali distanza da installazioni industriali, militari o infrastrutture dedicate al trattamento delle emergenze).

Su questo tema rimandiamo a un articolo di Carlo Muzzarelli, Membro del GL 2 della Commissione Sicurezza della società e del cittadino, che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione n. 9, ottobre 2014.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.