Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dario Molinari del Comitato Termotecnico Italiano firma un articolo - che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione n. 9 ottobre 2014 - sugli apparecchi a etanolo (o bioetanolo o alcool) e la norma UNI 11518.

Tali apparecchi hanno spesso potenze limitate (massimo 4.5 kW) e sono considerati apparecchi decorativi; ma per quanto contengano quantità limitate di combustibile, potrebbero causare incidenti se progettati e costruiti senza particolari accorgimenti.
Al fine di ridurne i pericoli intrinseci è stata voluta dai produttori una norma che ne definisse i requisiti minimi, in modo da definire delle linee di massima per la loro progettazione.

La UNI 11518 “Apparecchi a etanolo - Requisiti e metodi di prova”, contiene sia i requisiti tecnici, come ad esempio i materiali da utilizzare, i documenti che devono essere forniti con l'apparecchio e, nel caso di apparecchi fissi, gli elementi necessari al loro fissaggio alla struttura, sia le prove necessarie a verificarne l'affidabilità, la rispondenza alle specifiche di progettazione e la sicurezza.
Definisce inoltre le metodologie di prova per la combustione e la riaccensione e le modalità per le analisi dei prodotti della combustione.

Sulla tecnologia degli apparecchi a etanolo anche a livello CEN si è voluta sviluppare una norma (prEN 16647 “Fireplaces for liquid fuels - Decorative appliances producing a flame using alcohol based or gelatinous fuel - Use in private households”) in seno al CEN/TC 46 WG 2, la cui segreteria è stata affidata al CTI.

Per maggiori dettagli rimandiamo all’articolo che verrà pubblicato su U&C. Buona lettura!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.