Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’armonizzazione delle norme per la progettazione strutturale è senza dubbio un obiettivo cruciale per la competitività del mercato europeo delle costruzioni. Gli Eurocodici rappresentano il risultato dell’imponente e ambiziosa attività di studio, ricerca e collaborazione di centinaia di esperti in tutta Europa. Gli Eurocodici sono 10, a loro volta suddivisi in 58 parti, e trattano tutti i principali aspetti legati alle regole per la progettazione di un vasto insieme di tipologie strutturali, quali edifici, ponti, torri per telecomunicazione, silos, serbatoi ecc.

L’Eurocodice UNI EN 1990 fissa i principi generali per la progettazione strutturale, i criteri per la valutazione della sicurezza, dell’efficienza in esercizio e della durabilità delle opere di ingegneria civile.

La norma è il documento fondamentale nel gruppo dei 10 Eurocodici strutturali, applicandosi a tutte le opere strutturali indipendentemente dalla tipologia e dalla natura dei materiali con cui queste sono realizzate.

Insieme ad altre 31 delle 58 parti degli Eurocodici strutturali è attualmente in fase di inchiesta pubblica per la revisione quinquennale prevista dal CEN. L’esito dell’inchiesta e gli aggiornamenti che si intravedono per l’estensione degli Eurocodici a nuovi materiali e tipologie strutturali (quali ad esempio le strutture in vetro o in FRP), porteranno entro il 2020, in ottemperanza al mandato M515 emanato dalla Commissione Europea e rivolto al CEN, a una nuova “generazione” di Eurocodici, di cui la nuova EN 1990 sarà ancora il documento di riferimento.

Per informazioni più dettagliate sulla UNI EN 1990 rimandiamo ad un articolo di Paolo Formichi dell’Università di Pisa, presidente del CEN/TC 250/WG 7, responsabile della futura evoluzione della EN 1990, e membro del gruppo di lavoro UNI U7301 “Criteri generali di progettazione strutturale e azioni sulle strutture”, pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione n. 8 del settembre 2014.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.