Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

rivelatore fumoNel momento in cui scoppia un incendio inizia una gara contro il tempo. L'incendio impiega generalmente qualche minuto per propagarsi e in quel lasso di tempo le persone devono mettersi in salvo. Quanto prima sono allertate tanto maggiore diventa il tempo a loro disposizione. I rivelatori autonomi servono a questo scopo.
Una corretta installazione e una scrupolosa manutenzione ne assicureranno la funzionalità.

La norma UNI 11497:2013 "Progettazione, installazione ed esercizio dei rivelatori autonomi di fumo trattati dalla UNI EN 14604" intende illustrare i requisiti di questi dispositivi che contengono in un unico alloggiamento tutti i componenti necessari per rivelare il fumo ed emettere una segnalazione acustica di allarme (per questo chiamati anche rivelatori/avvisatori) utilizzati in appartamenti e in abitazioni mono/pluri-famigliari.
La norma tratta i criteri generali per l'installazione, il posizionamento, l'alimentazione, l'esercizio e la manutenzione dei rivelatori/avvisatori, soffermandosi anche su aspetti quali il numero necessario di dispositivi (che varia a seconda delle dimensioni dell'abitazione e la disposizione dei locali), il problema dei falsi allarmi e le modalità per evitarli.

Informazioni più dettagliate sulle novità contenute nella UNI 11497:2013 saranno pubblicate in un articolo firmato da Diego Sartorello - membro CT Sistemi automatici di rivelazione incendio e amministratore Dena Progetti Srl - che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione del mese di aprile 2014.

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.