Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

17 nuovi progetti di norma nazionale e di adozione di norme ISO sono sottoposti alla fondamentale fase di inchiesta pubblica preliminare (vai alla banca dati >>): entro il 14 marzo tutti gli interessati – attraverso il sito internet – possono inoltrare commenti e, ove possibile, segnalare l'interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Il Comitato Italiano Gas propone il progetto E01019220, futuro rapporto tecnico che fornisce le indicazioni tecniche per l'immissione nelle reti di trasporto e di distribuzione del biometano ottenuto dalla purificazione di gas prodotti da fonti rinnovabili, garantendone le condizioni di sicurezza e continuità del servizio.

L'Ente federato UNICHIM è interessato al progetto di norma nazionale E0903Q510 che riguarda l'indicatore d'esposizione occupazionale al benzene. Viene descritto un metodo per la determinazione della concentrazione (μg/l) di acido trans, trans muconico (t,t-MA), ampiamente utilizzato quale indicatore biologico d'esposizione al benzene, in campioni di urine.

Riguarda le professioni non regolamentate il progetto di norma U8300A090 che si prefigge lo scopo di definire i requisiti relativi all'attività professionale del perito assicurativo, professionista dell'accertamento, della stima e/o della liquidazione del danno. Detti requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificate, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (EQF). Il progetto è di interesse della Commissione Servizi.

Una misurazione attendibile delle capacità uditive dipende da numerose variabili e in particolare dal rispetto dei requisiti di silenziosità degli ambienti di prova. Definisce le modalità di collaudo e di qualificazione dei locali in cui viene effettuato l'esame audiometrico il progetto di norma U20002570, di competenza della Commissione Acustica e vibrazioni.

Otto i progetti proposti dalla Commissione Documentazione e informazione, tutte adozioni di norme internazionali ISO. Il primo documento U30001300 specifica gli aspetti fondamentali della pianificazione, i requisiti e le procedure per la conversione o la migrazione di documenti digitali al fine di conservarne l'autenticità, l'affidabilità, l'integrità e l'usabilità.
Sotto il titolo comune "Informazione e documentazione - Principi e requisiti funzionali per i documenti in ambienti d'ufficio digitali", tre progetti trattano rispettivamente i principi fondamentali e i requisiti funzionali per il software utilizzato per creare e gestire documenti digitali in ambienti d'ufficio (U30001311), le linee guida e i requisiti funzionali per i sistemi informatici di gestione documentale (U30001312), le linee guida e i requisiti funzionali per i documenti all'interno di sistemi non documentali (U30001313).
Il progetto U30001323 fornisce una guida su come effettuare un'autovalutazione dei metadati documentali, relativamente alla creazione, all'acquisizione e al controllo dei documenti.
Altri tre progetti rappresentano uno strumento normativo necessario alla comunità dei bibliotecari e, più in generale, agli specialisti nel settore della gestione documentale per facilitare la gestione di tutte le tipologie di biblioteche. I documenti U30001331, U30001332 e U30001333 intendono fornire agli specialisti nel settore uno strumento che assicura l'interoperabilità tra le biblioteche ai fini del riconoscimento in radiofrequenza delle diverse unità inventariali munite di etichette RFID, con la conseguente garanzia sulla conformità delle applicazioni RFID provenienti da fornitori diversi.

La Commissione Legno propone la revisione della norma UNI 10858 parti 1, 2, 3 e 4 in tema di imballaggi di legno. Il progetto U40006361 fornisce i termini e le definizioni degli elementi costitutivi e delle modalità costruttive e operative degli imballaggi speciali di legno per contenuto fino a 10 000 kg e campo dimensionale di massimo ingombro di (6 000 x 2 500 x 2 500) mm. Il progetto U40006362 riguarda imballaggi speciali di legno per contenuto compreso tra 300 kg e 10 000 kg e campo dimensionale di massimo ingombro di (6 000 x 2 500 x 2 500) mm. Il terzo progetto U40006363 riguarda imballaggi speciali di legno per contenuto inferiore a 300 kg e campo dimensionale di massimo ingombro di (2 000 x 1 000 x 1 000) mm. Infine, il documento U40006364 fornisce una guida all'utilizzo delle principali tipologie di imballaggi di supporto operativo in quanto complementari agli imballaggi di legno per il trasporto così come definiti nella UNI 10858-1.

L'ultimo progetto di norma U96000410 è proposto dalla Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato: esso specifica un metodo che stabilisce le modalità esecutive della prova di espansione accelerata in calcestruzzo, nonché i criteri di interpretazione dei risultati ottenuti, al fine di valutare la reattività alcali-silice di un aggregato per calcestruzzo.

Aspettiamo i vostri commenti!

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.