Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

defelice inailGiovedì 9 gennaio il Presidente dell’INAIL, Massimo De Felice, ha tenuto all’Accademia dei Lincei la conferenza “L’assicurazione contro i rischi sul lavoro, tra storia e innovazione”.
Tra gli argomenti affrontati quello dell’educazione tecnica, come mezzo fondamentale per la prevenzione degli infortuni, per il miglioramento dei processi di produzione e per lo sviluppo economico in generale.

Con riferimento alle norme UNI, De Felice ha affermato che “… occorre realizzare interventi educativi puntuali, centrati sul ‘problema da risolvere’ e ‘al momento opportuno’. Riecheggiano e rilanciano la tecnica dell’insegnamento per problemi: partire dal problema, ricostruire la base di conoscenza (in genere multidisciplinare) necessaria alla risoluzione – compresi i lemmi del linguaggio da utilizzare per descrivere i fenomeni –,  definire gli itinerari risolutivi, suggerire diffidenze e precauzioni per giungere con successo alla soluzione. Le norme tecniche  dell’UNI e  le ‘buone prassi’ – alla cui definizione l’INAIL contribuisce – possono rappresentare utili tracce didattiche, da arricchire con nozioni tecniche, con esempi e contro-esempi di comportamento … Insegnare i modi della risoluzione è comunque arte difficile, è la conquista di un modo di fare. … Non basta perciò per dare successo al ‘polo di formazione’ la conoscenza dei contenuti tecnici; è necessario definire uno ‘stile per la formazione’, costruito con schemi di comunicazione ritagliati per livelli di utenza . Quindi è impegno fondamentale realizzare piani di ‘formazione di chi forma’”.

Il testo integrale dell’intervento è disponibile qui (formato PDF).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.