Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

A partire dal 21 gennaio 2014 fino all'8 aprile le aziende che lo desiderano potranno presentare la propria adesione al Bando INAIL relativo agli incentivi per le imprese che realizzano interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Come negli anni passati, anche quest'anno INAIL ha predisposto un Bando Isi con il quale vengono messe a disposizione delle risorse finanziarie per quelle imprese che intendono impegnarsi in progetti volti a migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro. In questo caso si parla complessivamente di 307.359.613 Euro, ripartiti in budget regionali definiti in funzione del numero degli addetti e del rapporto di gravità degli infortuni. Il contributo, in conto capitale, erogato alle imprese sarà pari al 65% delle spese sostenute dall’impresa per la realizzazione del progetto, fino ad un massimo di 130.000 Euro.

costruzioni patchPossono partecipare al Bando le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale ed iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. I progetti che potranno usufruire dei finanziamenti previsti dal Bando sono suddivisi in tre tipologie: progetti di investimento, progetti di responsabilità sociale e per l'adozione di modelli organizzativi e, infine, progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996, con attrezzature rispondenti ai requisiti previsti dal D. Lgs. 81/2008 s.m.i. e altre disposizione di legge applicabili.

Nell'ambito dei progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, per le aziende del settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile, il Bando contempla, tra altre opzioni, i progetti relativi all'adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all'art. 30 del D. Lgs. 81/08, asseverato secondo le modalità previste dalla Prassi di Riferimento UNI/PdR 2:2013 "Indirizzi metodologici e procedurali per l'asseverazione nel settore delle costruzioni edili ed ingegneria civile". Il documento UNI/PdR 2, pubblicato all'inizio dello scorso anno grazie alla collaborazione tra UNI e CNCPT, fornisce infatti ai Comitati Paritetici Territoriali (CPT) - gli organismi paritetici attivi sul territorio nazionale nell'ambito del settore delle costruzioni edili - un'indicazione operativa uniformata a livello nazionale, per lo svolgimento dell'attività di asseverazione della corretta adozione e dell'efficace attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della sicurezza, adottati dalle imprese edili e di ingegneria civile, e finalizzati a proteggere la salute e la sicurezza di tutti i lavoratori. Descrivendo il processo attraverso cui i CPT erogano il servizio di asseverazione ed entrando nei dettagli delle varie fasi che caratterizzano l'attività di asseverazione, nonché delle competenze dei soggetti incaricati di svolgere tali attività, la Prassi di riferimento UNI - che ricordiamo non deve essere intesa come “buona prassi” così come definita dall’art. 2.1 lett. v) del D.Lgs. 81/08 - permette di definire in modo preciso l'intero processo di asseverazione, almeno per quanto concerne il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile e rappresenta uno strumento valido, riconosciuto dal mercato, per procedere nella direzione di migliorare le condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori edili.

La modulistica e le informazioni di dettaglio relative agli avvisi pubblici regionali del Bando Isi 2013 sono reperibili sul sito internet INAIL(Bando Isi 2013: avvisi pubblici regionali).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.