Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono 10 i progetti che la Commissione tecnica Gomma ha deciso di sottoporre a inchiesta pubblica preliminare dal 16 al 31 gennaio. Tutti i documenti adottano metodi internazionali che interessano l'industria nazionale della gomma.

Il progetto U35007930 "Gomma - Determinazione della cenere" (adozione ISO 247:2006) specifica due metodi per la determinazione della cenere di gomma grezza, mescolanze di gomma e vulcanizzate. Tali metodi sono applicabili a gomme grezze, mescolanze di gomma o vulcanizzate delle famiglie M, N, O, R e U.

Adotta la ISO 1124:1988 il progetto U35007940 "Elastomeri: materie prime ed ingredienti - Procedure di campionamento delle spedizioni di nero di carbonio": esso specifica le procedure per il campionamento del nero di carbonio utilizzato nell'industria della gomma fornito sfuso, semi-sfuso o in imballaggi.

"Gomma naturale in balle - Quantità di rivestimento sulle balle - Determinazione" è il titolo del progetto U35007950 (adozione ISO 1434:1995) che descrive un procedimento mediante l'ottenimento delle ceneri per la determinazione della quantità di rivestimento presente sui fogli di involto esterni delle balle di gomma naturale. Contiene anche un procedimento di spazzolatura e raschiatura per determinare la quantità di rivestimento sui fogli di involto esterni di tutti i tipi di fogli di gomma affumicati.

Il progetto U35007960 "Gomma grezza e lattice di gomma - Determinazione del contenuto di ferro - Metodo fotometrico alla 1,10-fenantrolina" (adozione ISO 1657:1986) fornisce il metodo per la determinazione del contenuto di ferro nelle gomme grezze naturali e nelle gomme grezze sintetiche che non contengono cloro e nei corrispondenti lattici grezzi. Sono descritti il principio, i reagenti, le apparecchiature, il campionamento e il procedimento, in particolare la preparazione del provino.

Adotta la ISO 1817:2011 il progetto U35007970 "Gomma vulcanizzata o termoplastica - Determinazione dell'effetto dei liquidi" che descrive i metodi per la valutazione della resistenza di gomme vulcanizzate e termoplastiche all'azione di liquidi mediante la misurazione delle proprietà delle gomme prima e dopo l'immersione in liquidi di prova. Sono considerati i liquidi di servizio in uso corrente come i derivati di petrolio, i solventi organici e i reagenti chimici come anche i liquidi di prova di riferimento.

E ancora: il progetto U35007980 "Lattice di gomma - Stirene-butadiene - Determinazione del contenuto di stirene combinato" (adozione ISO 3136:1983) specifica un metodo per la determinazione del contenuto di stirene combinato di lattice di gomma stirene-butadiene (SBR). Si applica ai lattici SBR polimerizzati in soluzione calda aventi un contenuto di stirene combinato fino al 55% e ai lattici SBR polimerizzati in soluzione fredda aventi un contenuto di stirene combinato tra il 18% e il 40%.

U35007990 "Elastomeri: materie prime ed ingredienti - Nero di carbonio - Determinazione della resistenza allo schiacciamento dei singoli granuli", che adotta la ISO 8942:2010, specifica due metodi per la determinazione della resistenza allo schiacciamento dei singoli granuli di nero di carbonio utilizzato nell'industria della gomma: il metodo A utilizza granuli di dimensioni comprese tra 1,4 mm e 1,7 mm; il metodo B utilizza granuli di dimensione di 1 mm.

Il progetto U35008000 "Gomma grezza sintetica - Determinazione della distribuzione della massa molecolare di polimeri ottenuti in soluzione mediante cromatografia a permeazione di gel" (adozione ISO 11344:2004) descrive un metodo per la determinazione della massa molecolare, espressa come polistirene, e la distribuzione delle massa molecolare di polimeri prodotti in soluzione che sono completamente solubili in tetraidrofurano (THF) e che hanno un intervallo di massa molecolare compreso tra 5 000 e 1 000 000. La norma non ha lo scopo di spiegare la teoria della cromatografia a permeazione di gel (gel permeation chromatography).

"Gomma grezza - Determinazione di monomeri residui ed altri composti volatili a basso peso molecolare mediante gascromatografia capillare - Metodo di desorbimento termico (spazio di testa dinamico)" è il titolo del progetto U35008010 (adozione ISO 17052:2007) che specifica un metodo per la determinazione dei monomeri residui e altri composti volatili a basso peso molecolare nella gomma grezza mediante gascromatografia a colonna capillare utilizzando un metodo di desorbimento termico (conosciuto anche come spazio di testa dinamico). Il metodo ha il vantaggio di non richiedere un solvente, di concentrare i composti volatili e di introdurli nel cromatografo in modo molto preciso.

Infine, il progetto U35007920 "Gomma vulcanizzata o termoplastica - Determinazione delle caratteristiche di invecchiamento mediante misurazione di rilassamento dello sforzo in tensione" (adozione ISO 6914:2013) descrive tre metodi per la misurazione della variazione dello sforzo in un provino a un dato allungamento, allo scopo di determinare le caratteristiche all'invecchiamento della gomma.

I 10 progetti rimarranno nella fase di Inchiesta pubblica preliminare sino al 31 gennaio. Entro quella data i progetti sono disponibili per eventuali commenti e possono essere consultati nelle apposite pagine del sito web (vai alla banca dati >>).

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.