Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

nuclear industryLe organizzazioni europee di normazione CEN e CENELEC stanno lavorando in stretta collaborazione con le controparti internazionali ISO e IEC per fornire documenti normativi da utilizzare nell'industria nucleare europea. Questi documenti internazionali ed europei – che riflettono lo stato dell'arte in materia – sono necessari per garantire la sicurezza, l'efficienza dei sistemi, la compatibilità dei componenti.

Sin dagli albori dell'industria nucleare, la necessità di norme tecniche e di specifiche universalmente riconosciute è stata fortemente sentita; risale infatti al 1956 la costituzione del comitato tecnico internazionale ISO/TC 85 "Nuclear energy, nuclear technologies and radiological protection".
Gli anni più recenti hanno visto crescere il livello di interesse nei confronti dei potenziali benefici derivanti dall'adozione di norme internazionali per l'industria europea del nucleare, recepite e riconosciute nei 33 diversi Paesi UE.

Il 2007 ha visto la costituzione di due Comitati tecnici in ambito CENELEC, il CLC/TC 45AX "Instrumentation and control of nuclear facilities" e il CLC/TC 45B "Radiation protection instrumentation", che collaborano strettamente con i Sottocomitati 45A e 45B dell'IEC, in accordo con il Dresden Agreement.

Nel 2011 CEN e CENELEC fondarono un Focus Group incaricato di produrre un "report" in grado di descrivere le necessità normative dell'industria nucleare europea, osservando l'intera catena di produzione dell'energia nucleare e il ciclo di vita degli impianti nelle centrali. Tale rapporto, pubblicato nel 2012 e disponibile online (>> vai al documento), conferma l'importante ruolo giocato dalle organizzazioni di normazione nello sviluppo di norme del settore e sottolinea la necessità di una partecipazione attiva degli esperti europei negli organi tecnici ISO e IEC.

In linea con quanto affermato, nel settembre del 2013 è stato creato in ambito europeo il nuovo Comitato tecnico CEN/TC 430 "'Nuclear energy, nuclear technologies and radiological protection", la cui segreteria è stata affidata all'Ente normatore francese AFNOR. Il lavori seguiti dal CEN/TC 430, che costituisce l'interfaccia europea dei comitati internazionali ISO/TC 85 e ISO/TC 147/SC 3 "Radioactivity measurements", faciliteranno l'adozione di rilevanti documenti ISO come norme europee e rafforzeranno il contributo UE alle attività di normazione internazionale.

La delegazione italiana, composta da esperti della Commissione nazionale UNI Tecnologie nucleari e radioprotezione, ha partecipato, lo scorso 2 dicembre a Bruxelles, alla prima riunione del CEN/TC 430 nel corso della quale sono state definite le relative finalità, che rappresentano la normazione nel settore delle applicazioni pacifiche dell'energia nucleare e le tecnologie nucleari per la tutela delle persone e dell'ambiente contro tutte le fonti di radiazioni ionizzanti.

Lo scopo del CEN/TC 430 è quello di approvare, senza modifiche, le norme esistenti a livello ISO/TC 85, con priorità per quelle già utilizzate in alcuni paesi membri del CEN; fornire indicazioni su normative "non nucleari" che potranno essere utilizzate nel settore dell'energia e delle tecnologie nucleari; esaminare le proposte in merito a nuove esigenze normative.

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.