Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

olivi vibrazioniTra i rischi fisici quello dovuto all'esposizione alle vibrazioni è sempre quello tenuto in considerazione minore. Nonostante due direttive comunitarie (direttiva Macchine 2006/42/CE e direttiva Vibrazioni 2002/44/CE) e una lunga serie di norme specifiche, il rischio da esposizione alle vibrazioni è sempre - almeno in Italia - sottostimato.

Lo scopo della norma europea UNI EN 12786 "Sicurezza del macchinario - Guida per la redazione delle clausole sulle vibrazioni nelle norme di sicurezza" è quello di fornire una guida ai Gruppi di lavoro che intendano scrivere norme di tipo C sulla sicurezza delle macchine quando queste manifestino la presenza di vibrazioni che possano essere classificate come rischio significativo.
Questo vale sia per le macchine portate che per quelle guidate a mano dall'operatore che le segue a piedi, sia per i comandi di guida/azionamento delle macchine mobili. Ovviamente la norma vale anche per l'esposizione del corpo intero alle vibrazioni generate dalle macchine mobili.

Per una panoramica più completa sulla nuova UNI EN 12786 rimandiamo ad un articolo di Roberto Deboli, dell'Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra del CNR, che verrà pubblicato sulla rivista U&C-Unificazione&Certificazione.

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.