Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Viene pubblicata ufficialmente oggi la prassi di riferimento "Amministrazioni locali - Indicatori di prestazione" (UNI/PdR 5:2013).
Nata su iniziativa dell'Associazione Qualità Comuni – l'associazione degli Enti Locali che hanno conseguito la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità – UNI/PdR 5:2013 è stata elaborata da un gruppo di esperti che lavorano e collaborano con diverse amministrazioni locali. L'intento è stato quello di individuare e definire una serie di indicatori numerici particolarmente significativi per la determinazione delle prestazioni di un'amministrazione locale, in grado di fornire gli elementi necessari per valutare nel suo complesso lo "stato di salute" dell'organizzazione.
Si tratta di documento che stabilisce le modalità per misurare in modo oggettivo le prestazioni ed i servizi offerti da un'amministrazione locale ai propri cittadini, andando oltre il mero approccio orientato al pareggio di bilancio, presupponendo una capacità di selezionare indicatori chiave, che consentono di semplificare i processi e la razionalizzazione delle risorse, l’autonomia finanziaria e, fondamentalmente, il soddisfacimento delle aspettative del cittadino, in un'ottica di miglioramento continuo, sia dell'efficacia che dell'efficienza. Il documento prende spunto dall'UNI/TR 11217:2010 "Sistemi di gestione per la qualità – Linee guida per l'applicazione della UNI EN ISO 9001.2008 nelle amministrazioni locali", ricollegandosi alle aree, definite proprio dal rapporto tecnico, dello sviluppo istituzionale per il buon governo, dello sviluppo economico sostenibile, dello sviluppo sociale includente e dello sviluppo ambientale sostenibile.

La prassi di riferimento individua e mette a disposizione delle amministrazioni locali una serie di indicatori significativi per verificare e tenere sotto controllo le prestazioni dei processi ed il livello dei servizi offerti ai cittadini. I processi tipici che caratterizzano le attività di un'amministrazione locale sono stati sintetizzati nelle tre macro categorie dei processi di governo, processi operativi e processi di supporto, dove per processi di governo si intendono quei processi che, svolti dai vertici di un'amministrazione locale, hanno come fine quello di definire gli obbiettivi e le strategie, pianificando, controllando e allocando le risorse necessarie allo svolgimento dei processi operativi. I processi operativi e quelli di supporto sono invece attività direttamente correlabili ai servizi erogati ai cittadini ed alla gestione di tecnologie e risorse umane che contribuiscono indirettamente all'erogazione di tali servizi.

Partendo quindi dai processi, la prassi di riferimento definisce una serie di indicatori – 61 in tutto – ritenuti particolarmente importanti, alcuni dei quali di carattere trasversale, cioè che misurano contemporaneamente l'efficacia e l'efficienza di più processi nell'ambito della stessa macro-categoria. Per ciascun indicatore sono stati definiti il nome, il significato, la formula di calcolo, i dati necessari al calcolo dello stesso e la relativa unità di misura, il periodo di riferimento temporale entro cui collocare il rilevamento dell'indicatore.

Completano la prassi di riferimento una serie di "Appendici" in cui sono stati sintetizzati i processi ed i relativi sotto-processi, organizzati secondo le tre macro-categorie dei processi di governo, operativi e di supporto, e una sintesi dei vari indicatori organizzati secondo i processi e le aree di sviluppo individuate nell'UNI/TR 11217.

La prassi di riferimento UNI/PdR 5:2013 “Amministrazioni locali - Indicatori di prestazione” è disponibile e liberamente scaricabile dal sito nella sezione INNOVAZIONE > Le Prassi di riferimento > Scarica le prassi pubblicate.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.