Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

progress report din coverIl Regolamento UE 1025/2012 sulla normazione europea è entrato in vigore a gennaio 2013: lo scorso aprile il DIN ha presentato alla Commissione Europea un rapporto sul primo anno della sua applicazione.

Il Presidente dell’ Executive Board del DIN, Torsten Bahke, ha ufficialmente consegnato il “Progress Report” (vd. documento) a Lauro Panella, componente della Segreteria del Commissario Europeo Antonio Tajani, sottolineando i progressi nell’applicazione del “Pacchetto normazione” (costituito dal Regolamento 1025/2012 e dalla Comunicazione della Commissione Europea “Una visione strategica per le norme europee: compiere passi avanti per favorire e accelerare la crescita sostenibile dell'economia europea entro il 2020”).

Il rapporto tratta temi come la trasparenza, i tempi di sviluppo delle norme, la partecipazione degli stakeholder, il supporto all’innovazione, la normazione nazionale ed europea nel settore dei servizi.

prog report panel discussionNel suo intervento Lauro Panella ha affermato che “uno dei messaggi fondamentali del Regolamento 1025 - …il rafforzamento della cooperazione tra le organizzazioni europee di normazione, gli enti nazionali di normazione, I Paesi membri e la Commissione Europea… - è stato ben compreso”. Ha inoltre sottolineato che tutte le iniziative della Commissione che hanno come scopo il rilancio dell’economia fanno riferimento alle norme tecniche e alla loro importanza: “La normazione volontaria e la Commissione dovrebbero scrivere insieme una nuova e più ambiziosa storia di successo, cioè il ruolo della normazione europea come il più potente strumento della Commissione per l’implementazione di Europa 2020, l’Agenda per la Crescita della UE”.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.