Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

I dispositivi per la limitazione diretta della pressione, quali valvole di sicurezza, dispositivi a disco di rottura, aste pieghevoli, dispositivi di sicurezza pilotati per lo scarico della pressione, sono gli accessori di sicurezza destinati alla protezione delle attrezzature a pressione contro il superamento dei limiti ammissibili della pressione.
Tali accessori, che rientrano nel campo della direttiva PED 97/23/CE, sono progettati, fabbricati e controllati e - ove occorra - dotati dei necessari accessori e installati in modo da garantirne la sicurezza se messi in funzione in base alle istruzioni dei fabbricanti o in condizioni ragionevolmente prevedibili.

Le norme di prodotto sui dispositivi per la limitazione diretta della pressione trovano riscontro nelle varie parti della UNI EN ISO 4126 “Dispositivi di sicurezza per la protezione contro le sovrappressioni”.

La Parte 1 “Valvole di sicurezza”, che va a sostituire la precedente UNI EN ISO 4126-1 del 2006, è stata recentemente pubblicata nella versione bilingue italiano-inglese. Essa specifica i requisiti generali per le valvole di sicurezza, indipendentemente dal fluido per il quale sono state progettate, e si applica alle valvole di sicurezza con diametro di passaggio di 4 mm e maggiore, destinate a essere impiegate a pressione di taratura di 0,1 bar e superiori. Non è posto nessun limite alla temperatura.
Una novità rispetto all’edizione 2006 riguarda il diametro minimo di passaggio, portato da 6 a 4 mm (chiaramente per valvole di sicurezza tarate ad altissima pressione).
La norma fornisce prescrizioni sulle prove di officina che devono essere effettuate su tutte le valvole prodotte per garantire che esse rispondano ai requisiti per cui sono state progettate e stabilisce le prove di tipo alle quali devono essere sottoposti i vari modelli di valvole di sicurezza per verificarne le caratteristiche operative e per determinarne le caratteristiche di portata.
Obiettivo delle prove è di determinare, in condizioni operative specifiche, le seguenti caratteristiche delle valvole prima dell’apertura, durante lo scarico e alla richiusura: pressione di taratura; sovrapressione; pressione di richiusura; riproducibilità delle prestazioni della valvola; caratteristiche meccaniche delle valvole…

Nel mese di gennaio 2014 sono state inoltre pubblicate le nuove edizioni della Parte 4 della UNI EN ISO 4126 “Valvole di sicurezza comandate da pilota” e della Parte 7 “Dati comuni” (versioni bilingue italiano-inglese).

Un articolo dettagliato sulle nuove parti della UNI EN ISO 4126 a firma di Gioacchino Rondinella (esperto CTI membro della Commissione UNI Valvole industriali, coordinatore del SC 3/GL 305 CTI “Esercizio e dispositivi di protezione delle installazioni a pressione” e del Gruppo misto UNI-CTI “Dispositivi di sicurezza contro le sovrappressioni”) verrà pubblicato sul numero 7 luglio/agosto della rivista U&C-Unificazione&Certificazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.