Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

 intervista m a parmaÈ recente la pubblicazione di una nuova prassi di riferimento messa a punto dall’Associazione Qualità Comuni in collaborazione con UNI che contiene un insieme di indicatori significativi che coprono tutte le attività dei Comuni italiani al fine di determinare le prestazioni di un amministrazione locale.

L’obiettivo del documento (PdR UNI n. 5/2013 “Amministrazioni Locali – Indicatori delle prestazioni”) è quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini operando secondo criteri e indicatori chiari e oggettivi.

Ne abbiamo parlato con Mario Angelo Parma, presidente AQC (Associazione Qualità Comuni) che ha spiegato quali sono i punti salienti del documento (basati essenzialmente sui quattro aspetti fondamentali dell’attività di un ente locale), perché è stato voluto e da chi potrà essere utilizzato (>> vai all'intervista).

La prassi di riferimento UNI - come ha spiegato Parma - ha preso spunto anche dal decreto legislativo 150 del 2009 "Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni" (noto come “decreto Brunetta”) che già prevedeva la realizzazione -da parte di ogni Comune italiano- di un progetto delle performance con obiettivi da raggiungere, risorse da allocare e misurazione dei risultati.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.