Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

forumUNICIG2014Nel corso della IIIa sessione del Forum UNI-CIG 2014 prevista per mercoledì 11 giugno, si aprirà la discussione sulla necessità di un progetto di norma nazionale per la qualificazione degli operatori del post-contatore (installatori e manutentori), questione da lungo tempo dibattuta e discussa.

L’evoluzione delle attività economiche e il movimento di persone (lavoratori) all’interno del mercato europeo portano in primo piano il problema della qualificazione, da cui non può essere disgiunta la “riconoscibilità” delle professioni.

Gli operatori del post contatore gas operano in un contesto rigidamente connotato da esigenze di sicurezza - non riscontrabile in altre attività – e, come professionisti, sono soggetti alla “diligenza qualificata”, che è il grado di diligenza richiesto a un professionista quando ha un contratto con un altro soggetto, disciplinata dall’art. 1176, comma 2 del Codice civile, secondo cui “nell’adempimento delle obbligazioni inerenti all’esercizio di un’attività professionale, la diligenza deve valutarsi con riguardo alla natura dell’attività esercitata”.

Il 4 gennaio 2013 è stata poi approvata la legge 4 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” che, all’articolo 6 “Autoregolamentazione volontaria”, pur non rendendo obbligatorio il rispetto delle norme UNI definisce i principi e criteri generali che disciplinano l’esercizio autoregolamentato dell’attività professionale che la norma tecnica garantisce. Così la conformità alle norme UNI (di cui all’articolo 9 “Certificazione di conformità a norme tecniche UNI”) diventa un fattore determinante.

Il CIG ha recentemente inviato all’inchiesta pubblica finale UNI il progetto di norma E01089400 “Figure professionali operanti sugli impianti a gas di tipo civile alimentati da reti di distribuzione – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”, fase che si è conclusa lo scorso 25 maggio (>> vai all’articolo).
Alla futura norma verrà associato un documento para normativo d’indirizzo, che fornisce raccomandazioni per i percorsi di accesso e mantenimento e le relative procedure di esame da tenere da parte degli organismi di terza parte che certificheranno le figure professionali previste nel succitato progetto di norma.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.