Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L’opportunità di impiegare il biometano come gas sostitutivo o integrativo nelle reti di trasporto e distribuzione è conseguente all’attuazione di direttive CE e costituisce una via per il conseguimento degli obiettivi del trattato di Kyoto per il contrasto ai cambiamenti climatici.

Le direttive 55/2003/CE e 28/2009/CE, recepite rispettivamente con legge n. 62 del 18 aprile 2005 e con decreto legislativo n. 28 del 3 marzo 2011, attribuiscono particolare importanza allo sfruttamento di gas prodotti da energie rinnovabili. Tutti gli stati membri devono garantire, nel rispetto dei requisiti di qualità stabiliti, che i gas da biomassa prodotti da fermentazione o processi termochimici e i gas di altra origine, abbiano un accesso non discriminatorio alla rete di trasporto e distribuzione purché tale accesso sia costantemente conforme alle normative tecniche e alle norme di sicurezza pertinenti. Tali leggi e norme devono garantire che questi gas siano convogliati, trasportati e accumulati in modo sicuro nella rete del gas naturale e che l'utilizzatore finale li possa sfruttare in modo sicuro e rispettoso dell'ambiente.

Il progetto di norma di competenza CIG-Comitato Italiano Gas, entrato nella fase dell’inchiesta pubblica finale, intende mettere a disposizione del contesto nazionale una sintesi delle norme di riferimento disponibili, definire riferimenti tecnici e raccogliere le best practice in modo da permettere che le prime esperienze di immissione nelle reti di trasporto e distribuzione del gas naturale di gas di origine non fossile possano avvenire garantendo continuità e sicurezza del servizio.

Dal titolo “Immissione di biometano nelle reti di trasporto e distribuzione di gas naturale”, il progetto E01019220, futuro rapporto tecnico, si applica agli impianti d’immissione di biometano nelle reti di trasporto e distribuzione del gas naturale.
Il gas prodotto da fonti rinnovabili può essere immesso nell’impianto di trasporto o di distribuzione dopo opportuni processi di trattamento e purificazione. Il biometano può essere immesso in rete come gas aggiuntivo o sostitutivo solo dopo che siano state ottenute caratteristiche chimiche ed energetiche compatibili con quelle del gas naturale della seconda famiglia di tipo H, ai sensi della UNI EN 437 e nel rispetto della legislazione vigente.

Per questo progetto l’inchiesta finale terminerà in tempi stretti, cioè lunedì 12 maggio. Fino a tale data il testo rimarrà liberamente consultabile e aperto ai commenti degli interessati (>> vai alla banca dati online).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.