Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La questione della telelettura dei gruppi di misura del gas (G.d.m.), conosciuti come “gas smart meters”, è fortemente attuale e lo sviluppo della tecnologia fa specifico riferimento alle specifiche tecniche elaborate dal Comitato Italiano Gas e pubblicate dall’UNI. La serie normativa UNI TS 11291 si arricchisce ora di una nuova “costola” denominata UNI TS 11291-11, dedicata all’intercambiabilità dei gruppi di misura “intelligenti”.

La storia: con la Delibera ARG/gas 155/08 (oggi abrogata e sostituita, in quanto integrata nelle Direttive, ai sensi della deliberazione 573/2013/R/gas e dalla deliberazione 27 dicembre 2013 631/2013/r/gas), l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha dato mandato al CIG per lo sviluppo dei documenti normativi relativi a prodotti e sistemi che soddisfino i requisiti riportati nella Delibera stessa, e in particolare facilitino l’interoperabilità dei G.d.m. e relativi componenti della rete di comunicazione, per quanto applicabile.

Nella prima fase di sviluppo normativo sono state elaborate le UNI TS 11291, parti da 1 a 10. Alla nuova parte UNI TS 11291-11, dedicata all’intercambiabilità nel mass market, è demandato un “affinamento” ulteriore rispetto alle precedenti parti del compendio normativo. Esso si sostanzia nella possibilità di poter sostituire, scambiandoli in campo, dispositivi di diversi fabbricanti (G.d.m. e componenti di rete, es. i concentratori) senza perdita di funzionalità.

Maggiori informazioni sul pacchetto normativo UNI TS 11291-11 saranno pubblicate in un articolo firmato da Francesco Castorina, Direttore Tecnico del Comitato Italiano Gas, che sarà pubblicato sul numero di maggio della rivista U&C-Unificazione&Certificazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.