Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Impianti a gas, attrezzature a pressione, combustibili, gestione del software, attività professionali non regolamentate, macchine, gomma, prove non distruttive, apparecchi di protezione delle vie respiratorie, sistemi per il controllo di fumo e calore, segnaletica verticale. Questi i temi trattati dai 14 progetti di norma in inchiesta pubblica preliminare dal 7 al 22 aprile 2014: attraverso il sito internet (>> vai alla banca dati) tutti gli interessati possono inoltrare commenti e, ove possibile, segnalare l'interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Tre i progetti di interesse dell’Ente federato CTI. Il primo documento E0209E590 definisce le modalità di classificazione, i requisiti essenziali, le regole per l'offerta, l'ordinazione, la costruzione e il collaudo degli impianti per la produzione e l’utilizzo di gas da gassificazione di biomassa ligno-cellulosica, destinati alla produzione in sito di energia elettrica e/o termica.
Il secondo progetto E0203B44B, futura specifica tecnica, fornisce la procedura per la valutazione dell'idoneità al servizio di attrezzature e insiemi a pressione o loro componenti esenti da difetti e soggetti a fatica di natura termica e/o meccanica.
Fornisce invece indicazioni riguardanti l’applicazione della UNI EN 15359 relativa alle procedure e alle modalità di campionamento dei combustibili solidi secondari (CSS) e della UNI EN 15358 riguardante il sistema di gestione per la qualità per la produzione e la commercializzazione dei CSS il progetto E0209E660, che verrà pubblicato come rapporto tecnico.

 UNINFO propone due progetti: E14D20060 definisce linee guida essenziali alla gestione dei software e delle reti IT-medicali nel contesto sanitario. Il documento vuole essere una guida a supporto delle organizzazioni responsabili per la corretta identificazione, gestione e utilizzo dei software utilizzati.
Il progetto E14D00010 descrive invece i criteri generali delle figure professionali del professionista Web, stabilendone i requisiti fondamentali per l'insieme di conoscenze, abilità e competenze. Esso adotta il quadro europeo di riferimento e di definizione delle competenze e dei relativi skill: “e_Competence Framework 3.0” e la norma UNI 11506:2013.

Rappresentano adozioni di norme ISO due progetti di competenza della Commissione tecnica Acustica e vibrazioni. Il primo specifica i requisiti per la qualificazione e la valutazione del personale impegnato nel monitoraggio e nella diagnostica dello stato delle macchine, utilizzando l’analisi in campo della lubrificazione (progetto U20002434, adozione ISO 18436-4:2014). Il secondo definisce i requisiti per la qualificazione e la valutazione del personale che utilizza la tecnica delle emissioni acustiche per il monitoraggio e per la diagnostica dello stato delle macchine (progetto U20002436, adozione ISO 18436-6:2014:2014).

Sempre adozioni di norme internazionali i tre progetti di interesse della Commissione Gomma. U35008100 (adozione ISO 2322:2014) specifica le prove fisiche e chimiche su gomme grezze e i materiali di riferimento, le formulazioni di prova di riferimento, l'apparecchiatura e i metodi di lavorazione per la valutazione delle caratteristiche di vulcanizzazione delle gomme stirene-butadiene (SBR) polimerizzate in emulsione e soluzione. U35008110 (adozione ISO 2393:2014) definisce l'apparecchiatura e le procedure per la preparazione, miscelazione e vulcanizzazione delle mescolanze di prova a base di gomma specificate nelle norme internazionali. Infine il progetto U35008121 (adozione ISO 289-1:2014) specifica un metodo, mediante un viscosimetro a disco rotante, per la misurazione della viscosità Mooney di gomme grezze o facenti parte di mescolanze.

Il progetto U45001410 – che adotta il CEN/TR 15589:2014 – rappresenta un documento normativo necessario per applicare adeguatamente la direttiva 97/23/CE in tema di attrezzzature a pressione: esso fornisce una metodologia per l’approvazione del personale addetto alle prove non distruttive, effettuata da un’entità terza competente, ai sensi delle disposizioni della direttiva. Il rapporto tecnico interessa la Commissione Prove non distruttive.

“Guida alla scelta e all'uso degli apparecchi di protezione delle vie respiratorie” è il titolo del progetto U5002C280, che fornisce un indirizzo per la scelta e l'uso degli APVR. Il documento, di competenza della Commissione Sicurezza, può essere utilizzato, integralmente o parzialmente, nel predisporre raccomandazioni per l'uso degli APVR negli ambienti di lavoro e dei dispositivi di fuga.

La Commissione Protezione attiva contro gli incendi propone il progetto U70001804, che riguarda la progettazione dei sistemi di evacuazione di fumo e calore mediante metodologie prestazionali, per affrontare la progettazione di tali sistemi in edifici e infrastrutture complessi, e/o non ricadenti nel campo di applicazione delle norme deterministiche per i quali si ritiene opportuno il ricorso all’approccio ingegneristico. La specifica tecnica intende definire le linee guida, i limiti e i parametri di base da adottare nella progettazione e gli obiettivi prestazionali dei sistemi da verificare con l’approccio ingegneristico.

Infine, il progetto U71012300, revisione della UNI 11480:2013, rappresenta una linea guida redatta al fine di mettere gli Enti gestori delle strade in condizioni di poter redigere un capitolato (tecnico) per la sezione della segnaletica verticale nel rispetto delle norme e per permettere l’applicazione delle norme stesse nel rispetto del Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada, dei decreti applicativi, delle circolari e nella recente normativa UNI e UNI EN in materia di sicurezza stradale. La Commissione competente è la Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.