Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

do not crossPer tutelare i diritti dei clienti e degli utilizzatori che acquisiscono le norme tecniche attraverso i regolari circuiti di vendita, nonché per assicurare una delle principali fonti economiche che consentono la gestione e lo sviluppo dell’attività, l’ISO (International Organization for Standardization) dall’inizio del 2013 ha avviato una collaborazione con Attributor Corporation (società del gruppo Digimarc, quotato al NASDAQ di New York) finalizzata alla cessazione della commercializzazione illegale di norme ISO (e loro recepimenti nazionali)  e più in generale della disponibilità on-line non autorizzata dei file delle stesse.

In dieci mesi di attività il monitoraggio ha portato alla individuazione e rimozione di 250.000 norme ISO (e loro recepimenti nazionali) illegalmente rese disponibili su internet. Ulteriori 70.000 norme sono state rese di fatto irraggiungibili poiché – grazie a un accordo con Google – le relative URL sono diventate “invisibili”.
Inoltre, grazie alla collaborazione con PayPal (uno dei più diffusi metodi di pagamento on-line) sono stati identificati oltre 60 siti internet che commercializzavano le norme senza avere alcun accordo con ISO: la convenzione per il servizio è cessata e ISO ha ottenuto la chiusura definitiva dei siti coinvolti.

Infine, ISO ha ottenuto la piena collaborazione dell’ente di normazione cinese SAC nel supportare le azioni legali per la chiusura di alcuni siti che commercializzavano – anche a livello internazionale - illegalmente le norme: le indagini della polizia di Shanghai si sono concluse con alcuni arresti nel mese di settembre.

Alla luce dei risultati, il “sistema CEN” sta valutando analoghi accordi specificamente mirati alle norme dei singoli enti di normazione nazionale europei.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.