Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

mani stretteNella riunione del primo ottobre 2013 la Commissione “Servizi” ha deciso di riattivare i lavori normativi in materia di servizi socio-sanitari e sociali. Ad occuparsi di questa attività sarà un nuovo gruppo di lavoro che seguirà in particolare l’aggiornamento di quattro norme sui servizi di cui si impone la revisione: la UNI 10928 (linee guida per l'applicazione delle norme UNI EN ISO 9000 alle residenze per minori), la UNI 11010 (requisiti dei servizi residenziali e diurni per persone con disabilità), la UNI 11031 (requisiti dei servizi residenziali e semi-residenziali per persone con problematiche connesse alle dipendenze) e la UNI 11034 (requisiti dei servizi all’infanzia).

Si tratta di norme importanti che, ad anni dalla loro pubblicazione, necessitano di un accurato lavoro di aggiornamento” – dichiara Stefano Bonetto, presidente della Commissione “Servizi” – “alla luce dei cambiamenti che si sono verificati nella società da dieci anni a questa parte.
La decisione di avviarsi su questo percorso di revisione è stata preceduta infatti da un lavoro pre-normativo per verificare lo stato di aggiornamento delle norme ad oggi in vigore e del panorama internazionale in materia. Un lavoro che, appunto, ha suggerito la necessità di un intervento. “E’ fondamentale che le norme rispondano ai problemi concreti e seguano l’evoluzione della società”, prosegue Bonetto. “Un esempio emblematico è dato dalla UNI 11031 nata come norma sui servizi per persone con problematiche connesse all'uso o alla dipendenza da sostanze stupefacenti o psicotrope. Il testo – chiarisce Bonetto - sarà ora revisionato includendo nuove tipologie di dipendenza, come quelle connesse alle cosiddette tecnopatie o alla ludopatia, recentemente riconosciuta nell’elenco delle patologie per le quali sono previsti livelli essenziali di assistenza da parte del servizio sanitario nazionale.
Il nuovo gruppo di lavoro non si occuperà invece di attività normativa specifica per i servizi sanitari in senso stretto, ad esempio gli ospedali e gli ambulatori.

I lavori saranno coordinati da Giovanbattista Marini, attuale vice presidente della Commissione Servizi. I primi incontri sono previsti per il mese di gennaio 2014, quando i relatori delle norme in revisione si incontreranno per definire le prime ipotesi di aggiornamento.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.