Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

ue usaGli aspetti relativi all'accettazione e al riconoscimento delle norme hanno una importanza fondamentale nel quadro dei negoziati commerciali tra l'Unione europea e gli Stati Uniti: in termini di crescita e di occupazione, una apertura commerciale porterà benefici ad entrambe le parti.
In questo contesto UE e Stati Uniti hanno avviato dei negoziati per raggiungere la Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) che, secondo la Commissione europea, dovrebbe concludersi con un accordo ambizioso sugli ostacoli tecnici al commercio e con l'allineamento e/o la reciproca accettazione di determinate norme.

CEN e CELELEC hanno fornito alla Commissione europea dei chiarimenti sulle differenze tra il sistema europeo e il sistema americano di elaborazione e adozione delle norme e sul prezioso ruolo giocato dalle organizzazioni di normazione internazionali (ISO e IEC).
Elena Santiago Cig, direttore generale CEN e CENELEC, ha scritto al presidente della Commissione europea José-Manuel Barroso, al vice presidente Antonio Tajani (responsabile DG Imprese e Industria) e al commissario Karel De Kucht (responsabile DG Commercio) una lettera aperta che mette in evidenza la collaborazione in atto tra i sistemi europeo e americano di normazione e sottolinea l'impegno comune di CEN e CENELEC per promuovere l'allineamento internazionale delle norme.
Le organizzazioni europee di normazione (CEN, CENELEC e ETSI) sono determinate a favorire la cooperazione transatlantica in materia di norme tecniche e a dialogare con l'American National Standards Institute (ANSI).
Nella lettera Elena Santiago Cig riporta che in specifici settori – per esempio "Smart Grids" e veicoli elettrici – la cooperazione è già stata avviata e sottolinea il fatto che le norme europee vengono elaborate attraverso un processo aperto che garantisce l'impegno attivo di industria e altri stakeholders.

Il direttore generale CEN e CENELEC sottolinea che "nessuna nuova norma europea viene elaborata se una norma internazionale, pubblicata da ISO o da IEC, risponde alle esigenze del mercato europeo".
E prosegue: "In CEN e CENELEC apprezziamo e rispettiamo le differenze tra i sistemi di normazione di Europa e Stati Uniti e ci impegnamo a sviluppare meccanismi efficaci e coerenti per facilitare la cooperazione transatlantica in materia di norme. A beneficio di un incremento nei flussi commerciali. Stiamo lavorando verso questo ambizioso obiettivo in pieno coordinamento con la nostra controparte americana, evidenziando i punti di forza comuni piuttosto che le differenze".

Documenti:

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.