Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

A partire dal 7 ottobre sino al 22 ottobre resteranno nella fase di inchiesta pubblica preliminare due progetti di norma di competenza della Commissione Comportamento all'incendio. Tutti gli interessati potranno inviare i propri commenti a UNI attraverso le pagine web dell'Inchiesta pubblica preliminare e segnalare eventualmente il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Il primo progetto U39001333 descrive i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore e del manutentore di porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo, conformemente al Quadro europeo delle qualifiche (EQF). Ad oggi non sussistono specifici requisiti per gli addetti alla posa e/o alla manutenzione di porte e chiusure resistenti al fuoco, salvo un generico richiamo nell'art. 4 "Controllo e manutenzione degli impianti e delle attrezzature antincendio" del Decreto Ministeriale 10 marzo 1998.
Dal titolo "Porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione di fumo - Parte 3: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore e del manutentore" la futura norma intende contribuire ad accrescere la trasparenza nel mercato, che ritroverebbe nella competenza e professionalità di tale figura / organizzazione un sicuro e certo punto di riferimento.
L'interesse nei confronti di questo progetto riguarda i rappresentanti dei posatori e manutentori, i produttori di porte e loro accessori, i committenti-fruitori dei servizi di manutenzione, i laboratori di prova, le autorità pubbliche di settore, gli organismi di certificazione delle persone.

Futura specifica tecnica, il secondo progetto U39001460 "Applicazione estesa dei risultati da prove di resistenza al fuoco - Partizioni non portanti leggere" fornisce una guida e definisce le procedure per la variazione dei parametri, di prodotti ed elementi costruttivi, relativi alla progettazione di pareti leggere non portanti, sottoposte a prova secondo la norma UNI EN 1364-1 e classificate secondo la UNI EN 13501-2.
Non esistendo alcun documento europeo sull'argomento, si è resa necessaria l'elaborazione di una norma che tratti i criteri per l'applicazione estesa dei risultati da prove di resistenza al fuoco anche per questa tipologia di prodotto.

Il nuovo documento permetterà di definire i criteri di estensione dei risultati di prova uniformi e trasparenti per il mercato italiano.
Aspettiamo i vostri commenti!

 

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.