Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dieci nuovi progetti di norma sono sottoposti alla fondamentale fase di inchiesta pubblica preliminare (>> vai alla banca dati): entro giovedì 8 agosto tutti gli interessati - attraverso il sito internet - possono inoltrare commenti e, ove possibile, segnalare l'interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Allo scopo di migliorare e completare l'attuale pacchetto normativo a supporto alla certificazione energetica degli edifici, il CTI-Comitato Termotecnico Italiano sottopone all'inchiesta preliminare il progetto E02069985 – futura specifica tecnica – che integra la UNI/TS 11300 ai fini della determinazione della prestazione energetica per la classificazione degli edifici. Il documento fornisce precisazioni e metodi di calcolo per determinare il fabbisogno di energia primaria degli edifici in modo univoco e riproducibile.

Il progetto U08000130, di competenza della Commissione Attività professionali non regolamentate, si prefigge lo scopo di definire e qualificare la figura del Fisico professionista, definendo i requisiti di conoscenza, abilità e competenza per l'espletamento della professione. La futura norma intende fornire ai professionisti il riconoscimento professionale e una precisa collocazione tra le libere professioni, all'utenza l'attestazione di adeguata preparazione e qualificazione professionale del Fisico, anche in termini di aggiornamento professionale continuo.

L'Ente federato UNIPLAST propone il progetto di norma nazionale E1321E040 che specifica le dimensioni, le caratteristiche e i requisiti degli imballaggi di polistirene sinterizzato (EPS) destinati al trasporto e allo stoccaggio di prodotti ittici freschi e i relativi metodi di prova. Tra i benefici attesi la definizione degli ingombri e dei requisiti degli imballaggi per la loro movimentazione.

Le norme sui sistemi di gestione documentale costituiscono un approccio strategico in grado di coadiuvare l'implementazione dei processi operativi di gestione documentale all'interno del quadro complessivo definito dai sistemi gestionali dell'organizzazione. Sull'argomento la Commissione tecnica Documentazione e informazione propone l'adozione di due norme internazionali: la ISO 30300:2011 (progetto U30041190) fornisce i termini e le definizioni che possono essere utilizzati nelle norme sui sistemi di gestione documentale; la ISO 30301:2011 (progetto U30041200) specifica invece i requisiti che devono essere soddisfatti da un sistema di gestione documentale al fine di supportare un'organizzazione nella realizzazione della sua strategia e dei suoi obiettivi.

Due i documenti elaborati dalla Commissione Sicurezza. Per aggiornare, approfondire e ampliare i contenuti nel campo dei sistemi di protezione contro le cadute dall'alto, la commissione propone la revisione della UNI 11158:2005 (progetto U5002B930), che riporta i criteri per l'individuazione e l'uso dei sistemi individuali per la protezione contro le cadute che comprendono: sistemi di trattenuta, sistemi di posizionamento sul lavoro, sistemi di accesso su fune, sistemi di arresto caduta e sistemi di salvataggio. Il secondo progetto U5002C120 specifica i requisiti e i relativi metodi di prova per dispositivi di ancoraggio destinati all'installazione permanente nella struttura e fornisce i requisiti per la marcatura e le istruzioni per l'uso e una guida per l'installazione.

"Carichi di rottami metallici - Rilevazione di radionuclidi con misure X e gamma" è il titolo del progetto U54022230 (revisione della UNI 10897:2013) che identifica i metodi per determinare le anomalie radiometriche associabili ai
radionuclidi presenti nei carichi di materiali metallici destinati al recupero. I rottami metallici destinati al recupero in fonderia possono contenere radioisotopi da sorgenti radioattive usate in campo industriale e medicale, e tale radioattività può provocare contaminazione dell'ambiente e dei prodotti finali. Il documento è di competenza della Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione.

Una delle richieste più diffuse di chi opera nei beni cultuali è la datazione assoluta del legno nei manufatti storico artistici e dei reperti archeologici. Obiettivo del nuovo progetto di norma nazionale U87007070 della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio è quello di fornire indicazioni sulla scelta del metodo di datazione del legno nei beni culturali e delle relative condizioni di applicazione. Vengono considerate le metodologie della dendrocronologia e del radiocarbonio che riflettono lo stato dell'arte sulle datazioni del legno, nonché risultati ripetibili e confrontabili tra i diversi laboratori scientifici.

L'ultimo progetto, di interesse della Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato, rappresenta la revisione della UNI 8520-22:2002 e l'allineamento con la recente normativa europea. Il documento U9600193M riguarda la determinazione della potenziale reattività agli alcali di aggregati contenenti alcune forme di silice, al fine di stabilire la loro idoneità all'impiego nel calcestruzzo.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.