Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 21 giugno al 6 luglio sono sottoposti ad inchiesta pubblica preliminare sei nuovi progetti di norma, fase fondamentale per vagliare preventivamente le concrete esigenze del mercato.

Due i documenti di interesse del CIG-Comitato Italiano Gas (Ente federato UNI), che trattano rispettivamente l’odorizzazione del gas combustibile (progetto E01129172) e i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del personale delle aziende di distribuzione del gas naturale (progetto E01129160).

Il primo documento, che revisiona la UNI 7133-2:2012, ha l’obiettivo di allineare la norma alle impostazioni europee e verificare se i nuovi tipi di odorizzanti siano idonei all’inserimento nella norma; il secondo definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza del personale delle aziende di distribuzione del gas naturale designato a svolgere le operazioni di sorveglianza delle apparecchiature degli impianti di trattamento, di regolazione della pressione, preriscaldo, misura e odorizzazione dei sistemi di distribuzione. Si tratta dell’implementazione come specifica tecnica UNI dell’esistente Linea guida CIG n. 14 (30/04/2009) sulla qualifica del personale addetto alla sorveglianza sulle apparecchiature degli impianti di trattamento e/o di regolazione della pressione e/o misura odorizzazione dei sistemi di distribuzione canalizzati del gas combustibile.

La Commissione "Comportamento all’incendio" intende avviare i lavori per definire le indicazioni per la valutazione dell’efficacia e funzionalità dei protettivi antincendio applicati su strutture portanti in acciaio, calcestruzzo e compositi di calcestruzzo/lastre profilate di acciaio con riferimento al mantenimento nel tempo dello spessore, aderenza e continuità della protezione. Non esistendo alcun documento normativo al riguardo, si propone di redigere una specifica tecnica (progetto U39001440) che consenta di valutare alcune caratteristiche dei protettivi che, modificandosi a causa del passare del tempo per carenza di manutenzione o per danneggiamenti volontari e/o accidentali, potrebbero compromettere l’efficacia e la funzionalità degli stessi.

Il progetto U5000724Z riporta il segnale che permette di identificare e visualizzare immediatamente gli ambienti confinati, mentre il progetto U5000723H identifica un simbolo unificato per il divieto di utilizzo di aria compressa per effettuare la pulizia, al fine di escludere l'utilizzo improprio da parte dei lavoratori di aria compressa per operazioni di pulizia ed evitare incidenti sull'ambiente di lavoro. Entrambi i documenti sono di competenza della Commissione tecnica "Sicurezza".

L’ultimo progetto E16321260 di interesse dell’Ente federato UNSIDER rappresenta l’adozione del rapporto tecnico CEN/TR 16470:2013: il documento riguarda tutte le applicazioni acquedottistiche e fognarie dei sistemi in ghisa sferoidale e porge una struttura su come identificare e considerare gli aspetti ambientali e i potenziali impatti ambientali dei sistemi in ghisa sferoidale nel corso del loro ciclo di vita.

L'inchiesta pubblica preliminare UNI si concluderà il 6 luglio prossimo: sino a tale data tutti gli interessati possono inviare commenti e suggerimenti (vai alla banca dati >>) e, ove possibile, segnalare il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.