Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

servicesDopo l'incontro dello scorso gennaio la commissione Servizi dell'UNI si è riunita nuovamente in seduta plenaria a Milano nel mese di maggio per fare il punto su come procedono i lavori negli specifici settori di competenza, un lavoro non semplice vista l'ampiezza e la vastità degli argomenti trattati. L'incarico di nuovo segretario della commissione Servizi è stato assegnato a Roberto Ravaglia, funzionario tecnico UNI.

Ma vediamo i principali argomenti trattati nel corso dell'incontro.
In apertura di riunione il presidente – Giovanni Battista Marini – ha, da una parte, ribadito la necessità di un nuovo coinvolgimento di Poste Italiane ai lavori di normazione (in particolare per seguire l'attività europea del CEN/TC 331 sui servizi postali) e, dall'altra, sottolineato l'importanza di una maggiore partecipazione e rappresentatività dell'Italia in seno al CEN BT/WG 214, il gruppo strategico che in sede europea si occupa della normazione nel settore dei servizi. Secondo Marini "Il gruppo richiederebbe l'attenzione di Ministeri, Confindustria, Confcommercio e altri organismi di livello politico-strategico che possano rappresentare in modo adeguato gli interessi del mercato italiano in sede europea".
Il gruppo strategico si sta occupando, tra le altre cose, di definire alcuni possibili argomenti "orizzontali" da inserire nel Mandato dell'Unione europea in questo settore. Alcune opportunità per l'Italia all'interno del mandato sono state identificate in settori quali la logistica, la consulenza, l'educazione finanziaria, la ristorazione e i servizi sociali.

Per quanto riguarda le attività in itinere va segnalato che il progetto sui servizi di approvvigionamento ha terminato l'inchiesta pubblica finale e sarà inviato per approvazione alla Commissione Centrale Tecnica dell'UNI, mentre il testo del progetto sull'educazione finanziaria è stato sottoposto proprio in questi giorni all'inchiesta pubblica finale con scadenza 28 luglio 2013. Ricordiamo che il progetto fornisce una serie di indicazioni sull'applicazione della norma UNI 11402, con particolare riferimento ai requisiti dei soggetti (organizzazioni) che erogano servizi di educazione finanziaria nelle sue varie forme.

È stata anche approvata la costituzione di un gruppo di lavoro sui "Servizi sociali e socio-sanitari" che si occuperà della revisione e dell'aggiornamento periodico delle norme di settore in particolare sulle residenze per minori, sui servizi residenziali e diurni per persone con disabilità, sulle residenze per anziani, sui servizi residenziali per persone con problemi di tossicodipendenza e sui servizi all'infanzia.

Tra il gran numero di proposte pervenute alla commissione "Servizi" per l'attivazione di nuovi lavori si segnala, ad esempio, lo studio di una linea guida legata alla norma ISO 29990 sulla formazione non formale, che sarebbe dedicata a descrivere la valutazione del rischio e il Business Plan (inteso come piano di azione), l'elaborazione di norme sulle attività di consulenza in materia di controllo di gestione, sul commercio elettronico, sulla responsabilità amministrativa dell'impresa, sul libretto del cittadino ecc. Alcune proposte riguardano anche norme su figure professionali non regolamentate.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.