Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Nove nuovi progetti di norma sono sottoposti alla fondamentale fase di inchiesta pubblica preliminare (vai alla banca dati >>): entro il 25 giugno tutti gli interessati - attraverso il sito internet - possono inoltrare commenti e, ove possibile, segnalare l'interesse a partecipare ai lavori di normazione.

L'art. 6 "Autoregolamentazione volontaria" della legge 4 del 14 gennaio 2013 "Disposizioni in materia di professioni non organizzate", pur non rendendo obbligatorio il rispetto delle norme UNI, definisce quei principi e criteri generali che disciplinano l'esercizio autoregolamentato dell'attività professionale.
Due nuovi progetti di norme nazionali definiscono i requisiti di conoscenza, abilità e competenza – in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche-EQF – di due figure professionali: l'esperto in controllo di gestione (controller) (progetto U08000120 di competenza della commissione Attività professionali non regolamentate) e il manutentore di estintori d'incendio portatili e carrellati (progetto U70001742 di interesse della commissione Protezione attiva contro gli incendi).

La commissione Turismo sottopone all'inchiesta preliminare il progetto U33000050, nuova norma nazionale, che intende specificare i requisiti per i sistemi di gestione di sostenibilità degli eventi e fornire una guida su come conformarsi ad essi. La futura norma è stata progettata per indirizzare il miglioramento gestionale attraverso l'intero ciclo di gestione dell'evento.

Il progetto di specifica tecnica U64000743 rappresenta l'adozione della ISO/TS 17021-3:2012 in tema di valutazione della conformità ed è complementare alla UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2011 ai fini dell'esecuzione di audit di terza parte di sistemi di gestione per la qualità. Il documento include specifici requisiti di competenza per il personale coinvolto nel processo di certificazione di sistemi di gestione per la qualità (QMS – Quality Management Systems). La competenza è della commissione tecnica UNI - CEI Valutazione della conformità, co-autore il CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano.

Due i progetti di interesse della commissione Legno: il primo U40006241 stabilisce i requisiti minimi per trattamenti di protezione superficiale per pavimentazioni di legno da destinare ad ambienti interni a impiego residenziale e non residenziale, il secondo U40006230 – revisione della UNI 9300:1988 – stabilisce un metodo per valutare la tendenza delle superfici dei mobili a ritenere lo sporco.

Al fine di disciplinare la classificazione dei materiali legnosi posti in opera secondo le possibili condizioni di utilizzo in opera, il progetto di norma nazionale U39001430 della commissione Comportamento all'incendio specifica il metodo di prova per la classificazione dell'efficacia dei prodotti vernicianti ignifughi in funzione della loro attitudine a modificare la reazione al fuoco dei materiali legnosi utilizzati in ambienti interni.

Per adeguare il documento a livello internazionale, la commissione Gomma propone l'adozione della norma ISO 3384. Il progetto (U35007891) specifica due metodi per la determinazione della diminuzione della forza esercitata da un provino di gomma vulcanizzata o termoplastica che è stato posto in compressione a deformazione costante e mantenuto in tali condizioni a una temperatura di prova predeterminata.

Infine, l'Ente federato UNSIDER propone l'adozione del rapporto tecnico CEN/TR 1591-5:2012 (progetto E16148855) che fornisce una guida per il calcolo dei giunti con guarnizioni a faccia piena sulla base del metodo di calcolo della EN 1591-1.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.