Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Due i progetti di competenza del Comitato Termotecnico Italiano-CTI che si trovano dal 30 maggio al 28 luglio nella fase di inchiesta pubblica finale, fase fondamentale del processo di elaborazione delle norme che mette i documenti a disposizione di tutti gli operatori al fine di raccogliere eventuali commenti.

Il crescente interesse verso i sistemi geotermici a pompa di calore è motore per lo sviluppo del mercato di questa tecnologia. In un contesto di sensibile crescita, gli operatori, i consumatori, la pubblica amministrazione hanno manifestato la necessità di avere a disposizione strumenti normativi adeguati che possano aiutare lo sviluppo di un mercato di qualità.
Il progetto E0206C520 "Sistemi geotermici a pompa di calore - Requisiti per la qualificazione delle imprese che realizzano scambiatori geotermici" definisce i requisiti per la qualificazione delle imprese del settore: descrive i requisiti, le capacità tecniche, organizzative, gestionali, economiche e finanziarie che un'impresa deve possedere per poter eseguire le attività peculiari presso i propri clienti. Fornisce inoltre una lista di condizioni per la verifica dei requisiti e delle capacità delle imprese e le linee guida a supporto dei clienti nella scelta dei servizi offerti dalle imprese stesse.
Vista la varietà delle tecnologie per la realizzazione degli scambiatori geotermici, ogni impresa può scegliere di venire qualificata per una o più delle seguenti tecnologie: pozzi geotermici; geosonde verticali; geosonde orizzontali; geopali.

Il secondo progetto E0206C540 "Apparecchi a etanolo - Requisiti e metodi di prova" definisce invece le caratteristiche, i metodi di prova, i requisiti di sicurezza e le indicazioni tecniche e funzionali degli apparecchi a scopo decorativo e a funzionamento intermittente alimentati a etanolo in forma liquida o gel.
La futura norma si applica agli apparecchi con consumo di combustibile minore di 0,5 l/h, a caricamento manuale e/o automatico e tratta principalmente i rischi presentati dagli apparecchi ai quali le persone sono esposte: non prende tuttavia in considerazione l'uso da parte di bambini o di persone inabili senza sorveglianza e l'uso dell'apparecchio come gioco.

I documenti sono liberamente consultabili sul sito UNI (consulta la banca dati >>) fino al 28 luglio prossimo: entro quella data chi fosse interessato può inviare i propri commenti utilizzando l'apposito modulo online.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.