Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 30 maggio al 28 luglio 2013, 15 nuovi progetti di norma UNI vengono sottoposti alla fase di inchiesta pubblica finale, fase fondamentale del processo di elaborazione delle norme con il quale il documento viene messo a disposizione di tutti gli operatori al fine di raccogliere eventuali commenti e ottenere così il consenso più allargato possibile. Tutti i documenti sono consultabili online. I commenti devono essere inviati utilizzando l'apposito form a disposizione sul sito internet, nella sezione NORMAZIONE – UNI: inchiesta pubblica finale.

In tema di telematica per il traffico e trasporto su strada, l'Ente federato UNINFO ha elaborato il progetto di norma E14C81060 che specifica le primitive di servizio, le funzioni di protocollo e di indirizzamento e i parametri di livello fisico per la comunicazione DSRC, allo scopo di fornire una base comune per l'interoperabilità fra sistemi di pedaggio.

Due progetti sono di competenza del Comitato Termotecnico Italiano-CTI. Il primo (E0206C520) definisce i requisiti per la qualificazione delle imprese che realizzano scambiatori geotermici: descrive i requisiti, le capacità tecniche, organizzative, gestionali, economiche e finanziarie che un'impresa deve possedere per poter eseguire le attività peculiari presso i propri clienti. Il secondo (E0206C540) specifica caratteristiche, metodi di prova, requisiti di sicurezza e indicazioni tecniche e funzionali degli apparecchi alimentati a etanolo.

Fornisce i criteri per la progettazione, l'installazione, la messa in servizio e la manutenzione degli impianti per l'utilizzazione dei gas combustibili (aventi portata termica complessiva maggiore di 35 kW) il progetto E01089290, che si applica anche a rifacimenti di impianti o parte di essi. Il progetto E01169239, futura specifica tecnica, definisce invece la verifica delle funzionalità minime riportate nelle differenti parti della serie UNI/TS 11291 per quanto applicabili e della corretta operatività dell'apparato nel contesto del sistema di telegestione. Entrambi i documenti sono stati sviluppati dal Comitato Italiano Gas-CIG.

Sono di interesse della commissione Organi meccanici il progetto U2404B390 "Viti auto formanti - Diametri dei fori di preparazione" e quattro documenti che specificano le dimensioni e le condizioni tecniche di fornitura per rondelle elastiche coniche di acciaio di serie normale (progetto U2404B890), rondelle elastiche coniche di acciaio di serie larga (progetto U2404B900), rondelle elastiche coniche di acciaio di serie estralarga (progetto U2404B910) e per rondelle elastiche spaccate bombate (progetto U2404B920) impiegate per evitare allentamento di viti, dadi e bulloni negli accoppiamenti soggetti a vibrazione e per compensare assestamenti di assemblaggio e dilatazioni.

Il progetto U49040670 della commissione Manutenzione intende guidare il settore del trasporto alla corretta applicazione degli indicatori contenuti nella norma UNI EN 15341, che viene arricchita, spiegata o semplificata in base alle esigenze del settore. Descrive un sistema di Key Performance Indicators destinati a misurare le prestazioni sotto l'influenza di diversi fattori come gli aspetti economici, tecnici e organizzativi, al fine di valutare e migliorare l'efficienza e l'efficacia per raggiungere l'eccellenza della conservazione delle immobilizzazioni tecniche e del servizio.

Passando al tema dell'educazione finanziaria, il progetto di specifica tecnica U83000940 fornisce una serie di indicazioni sull'applicazione della UNI 11402, con particolare riferimento ai requisiti dei soggetti (organizzazioni) che erogano servizi di educazione finanziaria nelle sue varie forme. Di competenza della commissione Servizi, il progetto si applica a tutti i soggetti che offrono servizi di educazione finanziaria sulla base della UNI 11402.

Nel mercato delle costruzioni il tema della corretta posa di materiali e sistemi per l'isolamento ai rumori riveste particolare importanza. Il progetto di norma U87036200, di interesse della commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio, fornisce indicazioni di posa in opera degli elementi coinvolti nella realizzazione di nuovi pavimenti galleggianti per l'isolamento acustico.

Il riciclo di materiale sottratto al ciclo dei rifiuti accresce la sostenibilità dei prodotti, preservando le risorse naturali. Il progetto U95000220 della commissione Tessile e abbigliamento intende specificare le caratteristiche di fili e fibre sintetiche - ricavate da materie prime secondarie mediante un procedimento meccanico o chimico - per la dichiarazione da parte del fabbricante relativamente al contenuto di materiale riciclato e descrive le informazioni che devono essere riportate nell'etichetta dei prodotti.

Infine, interessa la commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato il documento U96000300 che specifica un metodo di prova che si inquadra in una metodologia, costituita da più metodi di prova, che ha per obiettivo la valutazione della reattività agli alcali degli aggregati per calcestruzzo.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.