Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Cos'è il World Class Manufacturing?
È un modello di gestione aziendale basato sul principio di miglioramento dell'efficienza e della riduzione degli sprechi, che può applicarsi a tutti gli aspetti della vita di un'organizzazione produttiva. L'obiettivo strategico di questo modello è quello della crescita competitiva dell'azienda, che può essere raggiunto anche dalle PMI, perché i principi organizzativi che stanno alla base del WCM sono indipendenti dalle loro dimensioni e dal settore produttivo in cui l'azienda opera.
Di questo modello, e dell'elaborazione di un documento ad hoc, si sta occupando il gruppo di lavoro "World Class Manufacturing e l'integrazione della sicurezza nei processi produttivi - Indirizzi applicativi" che opera in seno alla commissione tecnica UNI "Sicurezza".

g spada"Il documento, che vuole essere una linea guida, pone l'accento sull'integrazione tra i vari aspetti di gestione aziendale" dice Giuseppe Spada, membro del GL, "e in particolare si occupa di quell'aspetto fondamentale nella vita di ogni azienda che è la salute e la sicurezza sul lavoro. Essa è parte integrante di una corretta gestione d'azienda e delle sue attività produttive."

Alla base del World Class Manufacturing (WCM) c'è il pieno coinvolgimento di tutto il personale, perché solo attraverso una collaborazione attiva e partecipe di tutti i lavoratori agli obiettivi aziendali è possibile raggiungere la piena efficienza e dunque la tanto auspicata competitività sui mercati.
"L'utilità del WCM risiede nel fatto che un'azienda può competere meglio adottando meccanismi di efficienza. E la salute e la sicurezza sul lavoro ne sono un parte fondamentale", ribadisce Spada.
Il concetto chiave è che nell'ottica del WCM la salute e la sicurezza sul lavoro non sono più meri adempimenti da rispettare, bensì una vera leva strategica di gestione, perché un approccio costruttivo e utile alla vita di un'organizzazione si può ottenere solo da personale motivato che si senta parte integrante e tutelata dell'azienda.
"Se non hai dalla tua parte i lavoratori che partecipano all'azione di crescita, l'impegno per la crescita competitiva dell'azienda diventa automaticamente poco incisivo e già a medio termine non dà risultati coerenti agli sforzi sostenuti."

Il modello WCM richiama dunque le organizzazioni a una visione complessiva delle proprie attività, coniugando la necessaria ricerca del profitto con un altrettanto necessario impegno di sostenibilità. Non si tratta però di un principio generale, un impegno che l'organizzazione si prende nei confronti della società, come nel caso ben noto della responsabilità sociale, bensì di un preciso modello di gestione: "La salute e la sicurezza sono un valore e su questo valore si basa la partecipazione attiva di tutti i lavoratori al benessere della impresa, che porta vantaggi economici", sottolinea Spada. "Il modello WCM pertanto integra gli aspetti di salute e sicurezza sul lavoro con il quadro complessivo dei sistemi e dei processi aziendali", creando quindi le condizioni per il pieno dispiegarsi delle potenzialità produttive dell'organizzazione.

Il gruppo di lavoro sta dunque elaborando questa linea guida che avrà la forma del Rapporto Tecnico.
"I lavori sono ancora a uno stadio iniziale, sebbene ci sia già una bozza piuttosto ben strutturata. L'elaborazione sarà tuttavia ancora lunga e sarà necessario incontrarsi altre volte per sciogliere i nodi principali. Il documento avrà poi alcune appendici con dei chiarimenti, la prima delle quali conterrà un approfondimento degli aspetti relativi alla salute e sicurezza nei luoghi lavoro in un'organizzazione produttiva che intende adottare il WCM."

Certo, l'applicazione del modello WCM non è un mero fatto tecnico o procedurale: "è una questione più che altro culturale" conclude Spada. "Bisogna che cresca nelle aziende la consapevolezza dell'importanza di questo approccio. Soprattutto va sottolineato che il WCM può sposare efficacemente i vari sistemi di gestione preesistenti e non è necessariamente in contrasto con essi."

I lavori che vengono svolti dal gruppo di lavoro della commissione "Sicurezza" potranno essere di sicuro interesse non solo in ambito nazionale ma anche su scala europea.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.