Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

È entrato nella fase di inchiesta pubblica preliminare un progetto di norma di competenza dell'Ente federato CIG-Comitato Italiano Gas, che definisce i requisiti essenziali di sicurezza applicabili alle installazioni ambulanti per uso professionale e/o commerciale che impiegano gas di petrolio liquefatto (GPL) in bombole come combustibile per alimentare apparecchi di cottura, preparazione culinaria, di riscaldamento e altre attrezzature associate.
Il progetto E01049490 "Impianti a GPL non alimentati da rete di distribuzione - Installazione ed utilizzo di bombole di gas di petrolio liquefatti (GPL) per l'alimentazione di apparecchi di cottura cibi di tipo professionale a bordo di veicoli commerciali - Progettazione, installazione, esercizio e manutenzione", futura specifica tecnica, considera sia le installazioni montate sul posto prima di ogni utilizzazione sia quelle montate in modo permanente sui veicoli (autocarri, furgoni, rimorchi, moduli o container specializzati, ecc.) attrezzati per le attività suddette.

La futura norma intende regolamentare questo tipo di attività che utilizza veicoli attrezzati - comunemente chiamati banchi ambulanti - che impiegano GPL in bombole e porre le basi per un'uniformità gestionale degli impianti considerati su tutto il territorio nazionale, con l'accrescimento della sicurezza.

Da giovedì 16 maggio, e sino al 31 maggio, tutti i soggetti interessati possono inviare il proprio commento nelle pagine web dell'Inchiesta pubblica preliminare, segnalando eventualmente il proprio interesse a partecipare ai lavori di normazione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.